Modifiche procedurali possono ridurre cardiache arresti esterne ICU pediatrico

Giugno 24, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un cambiamento procedurale semplice può ridurre significativamente arresti cardiopolmonari fuori unità di terapia intensiva di un ospedale pediatrico, secondo uno studio riportato all'8 ° Forum Scientifico dell'American Heart Association sulla qualità delle cure e Outcomes Research in malattie cardiovascolari e ictus.

Arresti cardiaci al di fuori del reparto di Terapia Intensiva Pediatrica (PICU) a bambini Medical Center di Dallas sono diminuite del 63 per cento dopo che i medici e gli infermieri modificate le procedure per chiamare la squadra di emergenza cardiaca o codice Blue Team, ogni volta che segni premonitori indicati i polmoni o il cuore di un paziente potrebbe smettere di funzionare. In precedenza, il personale convocato la squadra solo dopo aver iniziato la rianimazione cardiopolmonare (CPR), dopo un arresto cardiaco.

"Il nostro obiettivo era quello di ottenere i pazienti spostati nella PICU e un più alto livello di cura più presto, sperando di evitare un arresto", ha detto Tia A. Tortoriello, MD, autore senior dello studio, assistente professore di pediatria e la Divisione di Cardiologia presso University of Texas Southwestern Medical Center a Dallas e membro del personale medico a bambini Medical Center di Dallas. "E se non siamo riusciti a impedirlo, l'arresto potrebbe essere meglio controllato nel PICU."




Arresto cardiaco è diversa nei bambini che negli adulti. Negli adulti, gli arresti cardiaci in gran parte il risultato di un attacco di cuore o malfunzionamento elettrico del cuore. I bambini raramente hanno un arresto cardiaco primario. Il più delle volte, i loro arresti evolvono da problemi respiratori, hanno detto i ricercatori.

Tortoriello unito Comitato CPR dell'ospedale 411-letto, come co-presidente alla fine del 2003. È diventato convinta che i dati che aveva raccolto potrebbe portare a modi migliori per ridurre il numero di pazienti che hanno subito un arresto cardiaco completo fuori PICU.

Tortoriello Crediti Registro Nazionale della American Heart Association di rianimazione cardiopolmonare (NRCPR) con abilitazione per bambini Medical Center per spostare l'attenzione risposta da reazione e rianimazione al precedente intervento e prevenzione.

Il registro raccoglie i dati da molti ospedali membri, che consente ai singoli istituti di confrontare i loro tassi di arresti cardiopolmonari e rianimazioni con gli ospedali di dimensioni simili e tipi di pazienti. Essi possono anche valutare i metodi del loro Code Blue team per determinare come migliorarli.

Tortoriello e il suo team hanno scoperto che cardiaca "hotspot" dell'ospedale - l'area cure non critico in cui un arresto cardiopolmonare è più probabile che si verifichi - è stato il piano di sfiato cronica, in cui i pazienti sono mantenuti su ventilatori.

"I pazienti possono acutamente collegare loro tracheostomia o hanno aumentato significativamente i problemi respiratori", ha detto. O può provocare "un arresto respiratorio che può progredire ad un arresto cardiaco." Dopo aver analizzato i dati e ottenere l'approvazione ospedale, il Comitato CPR fatto un cambiamento simbolico. E 'ribattezzato il Code Blue Team Team Pediatric Advanced Life Support (PALS). I membri del team e le loro funzioni sono rimasti gli stessi.

"La revisione sostanziale di quando chiamare per il Team PALS era più difficile da implementare," ha detto Tortoriello. "E 'stato difficile convincere la gente a cambiare la loro mentalità da attesa di chiedere aiuto fino a quando il paziente aveva arrestato a chiamare al più presto la preoccupazione per il paziente."

Durante i primi tre mesi del 2005, lei ei suoi colleghi ha incaricato il personale ospedaliero sui segni premonitori di un potenziale arresto cardiopolmonare nei bambini. Questi includono aumento della frequenza respiratoria, respiro affannoso, maggiore uso di ossigeno, l'eccessiva sonnolenza e irritabilità.

Hanno poi confrontato i dati raccolti da ottobre 2003 a marzo 2005 e da aprile 2005 al novembre 2006. Hanno trovato alcuni risultati positivi - e uno che li perplesso:

  • Il numero di arresti cardiopolmonari fuori PICU è sceso da 68 su un totale di 237 eventi per 30 su un totale di 274 eventi.
  • Arresti in zone non critico-cura sono diminuiti da 2,7 arresti a 1 arresto per 1000 pazienti dimessi, in calo del 63 per cento.
  • I pazienti che necessitano di escalation delle cure - quelli che non avevano subito un arresto, ma la cui condizione distressed beneficiato del know-how del team PALS - è aumentato da 3,0 pazienti al mese nel primo periodo a 3,4 al mese nel secondo periodo. Tale differenza non era statisticamente significativa.
  • Il tasso di mortalità PICU scesa dal 4,5 per cento nel primo periodo al 4,4 per cento nel secondo, una differenza non statisticamente significativa.

I ricercatori non hanno traccia quello che è successo in particolare per i pazienti che arrivano prima al PICU sotto il suo nuovo sistema. Tuttavia, la stabilità del tasso di mortalità PICU li sorprese.

"Se si riconoscono questi pazienti prima, li arrivare al PICU, e intervenire prima che succede qualcosa di brutto, ci si aspetterebbe di vedere una diminuzione del nostro tasso di mortalità PICU," Tortoriello detto. "Tuttavia, un cambiamento di stato dell'ospedale potrebbe spiegare la constatazione, almeno in parte."

Durante lo studio, per bambini Medical Center di Dallas è stato designato un centro di livello 1 trauma pediatrico - l'unico in Texas. Livello 1 significa un ospedale soddisfa severe norme nazionali per la qualità della sua cura di una determinata area di medicina. "Può essere che stiamo vedendo più figli ei figli più gravi della nostra PICU", ha detto Tortoriello. Lei ei suoi colleghi continuano a monitorare i dati di arresto cardiaco, alla ricerca di modi migliori per migliorare la cura preventiva.

"E 'ancora un work in progress", ha detto Tortoriello. "L'obiettivo è quello di non avere un singolo arresto di fuori del PICU."

Co-autori sono Jean Storey, R.N. e Susan Wilhite, R.N.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha