Molecole può aiutare predire la sopravvivenza in cancro del fegato

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Molecole piccole che aiutano le cellule regolano le proteine ​​che fanno forza uno dei medici di aiuto giorno predire quali pazienti fegato-cancro sono probabilità di vivere più a lungo rispetto ad altri, la nuova ricerca suggerisce.

I ricercatori hanno confrontato i livelli di molecole chiamate microRNA nelle cellule tumorali e le cellule non tumorali adiacenti da pazienti fegato-cancro, la maggior parte dei quali avevano anche epatite e cirrosi.

Lo studio ha trovato che i pazienti con scarsa sopravvivenza libera da malattia avevano bassi livelli complessivi di 19 microRNA particolari rispetto a quelli che mostrano una migliore sopravvivenza dopo 16 anni di follow-up.




Il lavoro è stato condotto da ricercatori della Ohio State University Comprehensive Cancer Center, in collaborazione con i ricercatori della Mayo Clinic e l'University of Oklahoma Health Sciences Center.

"I risultati devono essere verificati in grandi gruppi di pazienti, ma suggeriscono che potremmo migliorare la sopravvivenza in alcuni casi, fegato-cancro con l'aggiunta di nuovo quei microRNA come una droga", spiega il ricercatore principale Thomas D. Schmittgen, professore associato di farmacia e un ricercatore Comprehensive Cancer Center della Ohio State.

Ma questa possibilità richiederà anni di ulteriore laboratorio e di ricerca preclinica, dice Schmittgen.

Cancro al fegato, o carcinoma epatocellulare, è la terza causa più comune di morte per cancro in tutto il mondo, uccidendo circa 662.000 persone nel 2005, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità. La malattia è più comune negli uomini e di solito è causata da infezione da epatite o cirrosi epatica.

Per questo studio, Schmittgen ei suoi collaboratori hanno esaminato campioni da 43 tumori epatici, 28 dei quali sono stati accoppiati con la vicina tessuti non tumorali, e campioni provenienti da sei fegati normali. Due terzi dei fegati cancerose avevano anche epatite e cirrosi.

I ricercatori hanno esaminato i livelli di 196 differenti microRNA nelle cellule del fegato-tumorali vs cellule non tumorali vicine, e in cellule del fegato con epatite e cirrosi vs. cellule sane.

Entrambi i confronti hanno mostrato interessanti differenze nei livelli di microRNA, ma la scoperta più importante è venuto quando i ricercatori hanno cercato una correlazione tra il cancro delle cellule livelli di microRNA e tempi di sopravvivenza libera da malattia in 25 pazienti per i quali i dati di sopravvivenza libera da malattia era disponibile.

L'analisi ha dimostrato che i pazienti con scarsa sopravvivenza avevano generalmente più bassi livelli di 19 microRNA particolari rispetto ai pazienti con significativamente migliore sopravvivenza.

"Questo può anche essere un buon indizio su quale microRNA sono più importanti nel cancro al fegato", spiega Schmittgen.

Lo studio è pubblicato nel numero 15 gennaio della rivista Clinical Cancer Research.

Finanziamento dal National Cancer Institute, il Richard M. Schulze Family Foundation e la Miles e Shirley Fiterman Centro per le Malattie Digestive della Mayo Clinic ha sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha