Molecole sintetici possono essere alternativi meno costosi da terapeutiche Anticorpi, ricercatori Trova

Giugno 14, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno schermo di oltre 300.000 tali molecole, chiamato peptoids, la nuova tecnica rapidamente individuato cinque candidati promettenti che imitavano un anticorpo già sul mercato per il trattamento del cancro. Uno dei composti bloccato la crescita di tumori umani in un modello di topo.

Gli anticorpi sono molecole prodotte dal corpo per aiutare a scongiurare infezioni. Anticorpi naturali e artificiali funzionano bloccandosi sul target molto specifici, come i recettori sulla superficie delle cellule.




"Molti nuovi farmaci che sono fatti di oggi sono gli anticorpi, ma sono estremamente costosi da fare. Finanziariamente, il sistema sanitario degli Stati Uniti sta per avere un momento difficile ospitare i prossimi 500 farmaci essere anticorpi", ha detto il dottor Thomas Kodadek, capo della traslazionale ricerca presso UT Southwestern e autore senior dello studio, che appare in linea e in un prossimo numero del Journal of American Chemical Society.

"I nostri risultati mostrano che un peptoid può attaccare un recettore dannoso nel corpo con la stessa precisione, come un anticorpo, ma costerebbe molto meno di sviluppare", ha detto il dottor Kodadek.

Peptoids sono progettati in laboratorio per assomigliare catene di molecole naturali chiamati peptidi. Alcuni peptidi sono utilizzati come farmaci, come l'insulina o anticorpi utilizzati per il trattamento di alcuni tipi di cancro, ma perché lo stomaco li digerisce, la maggior parte non possono essere presi per bocca e devono essere iniettati.

Per contro, peptoids sono resistenti agli enzimi che degradano stomaco peptidi naturali, quindi è possibile che possano essere ingerite come una pillola. Peptoids sono molto meno costosi e più facile da produrre rispetto anticorpi, Dr. Kodadek detto. Sono anche molto più piccolo di anticorpi, in modo che possano essere meglio a penetrare tumori o altri siti di malattia, ha detto.

"La nostra tecnica è semplice e veloce, lavora con sostanze chimiche esistenti e non necessita di strumentazione ad alta tecnologia, ad eccezione di un microscopio per rilevare i colori fluo che usiamo per ordinare i composti", ha detto il dottor D. Gomika Udugamasooriya, ricercatore post-dottorato in medicina interna e autore principale dello studio.

La nuova tecnica ha anche grandi vantaggi rispetto alle tecniche di screening tradizionali che sono comunemente usati per scoprire composti biologicamente attivi da grandi collezioni. Questi schermi, che richiedono automazione estesa, in genere costano $ 40.000 o più; il nuovo metodo può essere condotta per meno di $ 1.000.

I ricercatori hanno esaminato circa 300.000 peptoids per vedere quali potrebbero interagire con VEGFR2, un tipo di molecola sulla superficie di cellule umane. VEGFR2 è essenziale per creare nuovi vasi sanguigni attraverso l'interazione con il VEGF ormone, che è normalmente un processo utile, ma è dannoso per il corpo quando i nuovi vasi sanguigni sono alimentare una crescita tumorale.

Un anticorpo prodotto commercialmente viene usato per il trattamento di alcuni tipi di cancro, bloccando l'interazione VEGF-VEGFR2 e affamati il ​​tumore così, ma costa un paziente circa 20.000 dollari l'anno, il dottor Kodadek detto.

La nuova tecnologia di screening coinvolge centinaia di migliaia di peptoids, legati a piccole sfere di plastica. Nello studio, le cellule con VEGFR2 sono stati etichettati a fluorescenza rossa e coloro che non sono stati etichettati VEGFR2 a fluorescenza verde. Dopo esponendo le perline alla miscela di cellule, le perle sono state esaminate al microscopio a fluorescenza. Quelli legati a globuli rossi - quelle con VEGFR2 - sono stati raccolti.

Questa schermata, che ha preso un paio di giorni, isolate cinque peptoids di circa 300.000 proiettato, mostrando che il processo è stato un modo efficace per ridurre rapidamente una ricerca, il dottor Kodadek detto.

I ricercatori hanno inoltre testato uno dei cinque peptoids che legavano più strettamente a VEGFR2 verificando che non blocca l'azione di VEGFR2 in cellule in coltura. Quando dato in basse dosi a topi impiantati con osso umano e cancro dei tessuti molli, il peptoid rallentato la crescita dei tumori e riduce la densità dei vasi sanguigni che conducono ad essi.

"Questa nuova tecnica di isolare rapidamente peptoids biologicamente attive offre un modo per accelerare il processo di drug-discovery e può infine beneficiare i pazienti, fornendo loro nuove terapie a una frazione del costo dei farmaci attuali", ha detto il dottor Kodadek.

UT Southwestern altri ricercatori che hanno partecipato allo studio sono stati residente chirurgia generale Dr. Sean Dineen e il Dr. Rolf Brekken, assistente professore di chirurgia.

Il lavoro è stato sostenuto dal National Heart, Lung e Blood Institute e della Fondazione Welch.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha