Molti clinici possono essere di screening per il cancro del collo dell'utero troppo spesso

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le linee guida cliniche raccomandano lo screening delle donne a basso rischio per il cancro del collo dell'utero ogni tre anni dopo i 30 anni, ma la maggior parte dei medici di assistenza primaria segnalare che avrebbero consigliare il test per la malattia più frequentemente, secondo un rapporto del 14 giugno questione di Archives of Internal Medicine, una delle JAMA/Archivi riviste. Aggiunta di un test per il papillomavirus umano (HPV) per i protocolli di screening non incremento registrato l'adesione dei medici alle linee guida, ma può renderli meno probabilità di estendere gli intervalli di screening.

Test annuale Papanicolaou (Pap) ha contribuito a ridurre il peso del cancro cervicale negli Stati Uniti, in base alle informazioni in questo articolo. Il Preventive Services Task Force - citando la prova che lo screening ogni anno non migliora gli esiti rispetto lo screening ogni tre anni - ha intervalli di screening che si estendono lungo raccomandato fino a tre anni. Altre linee guida, tra cui quelli della American Cancer Society (ACS) e dell'American College di Ostetricia e Ginecologia (ACOG) tradizionalmente hanno raccomandato che le donne hanno tre prove annuali normali Pap prima di passare allo screening meno frequenti.

Recentemente, una migliore comprensione della infezione da HPV e il suo ruolo nel cancro del collo dell'utero, insieme con i test per l'HPV, hanno portato a forti raccomandazioni da ACS e ACOG estendere gli intervalli di screening senza richiedere prima Pap test normale. "Costo-efficacia e di altri studi di valutazione HPV co-test [combina HPV e il Pap test] negli Stati Uniti e altrove hanno concluso che allungando gli intervalli di screening è un assunto fondamentale e approfittare di HPV co-testing," scrivono gli autori.




Mona Saraiya, MD, MPH, i Centers for Disease Control and Prevention, Atlanta, e colleghi hanno esaminato 1.212 medici di base, di cui 950 eseguiti Pap test e aveva sempre raccomandato il test HPV per i loro pazienti. I medici - che comprendeva medici generici, medici di famiglia, ostetrico-ginecologi e internisti generali - è stato chiesto di riferire le loro raccomandazioni di screening in risposta alle vignette cliniche.

Per una donna di 35 anni, senza nuovi partner sessuali negli ultimi cinque anni e tre normali risultati dei test Pap, il 31,8 per cento dei medici ha riportato consiglierebbero il prossimo Pap test in tre anni e il 31,7 per cento consiglio il prossimo Pap test in un anno. Tuttavia, per una donna di 35 anni con un Pap test normale e una normale prova di HPV, il 19 per cento dei medici sarebbe estendere l'intervallo di screening a tre anni, mentre il 60,1 per cento di raccomandare test annuale.

Modelli di costo-efficacia ", suggeriscono che i modelli di pratica abbiamo trovato nel nostro studio potrebbero aumentare i costi con un piccolo miglioramento nel ridurre l'incidenza del cancro del collo dell'utero e l'aumento della sopravvivenza. L'abuso di screening è costoso per il sistema sanitario e può provocare inutili di follow-up test, aumento del rischio di morbilità associata colposcopia ed esiti avversi di nascita e sofferenza per i pazienti, "scrivono gli autori.

"Molti medici hanno riferito overscreening donne utilizzando sia l'HPV e Pap test ogni anno. Fino a quando le misure sono in atto per rafforzare intervalli di screening prolungati tra le donne con HPV negative e normali risultati dei test Pap, non vi è alcun vantaggio ottenuto con HPV co-testing, e è più costoso. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha