Molti malati di cancro allo stomaco non sono sempre le migliori Therapy, ritrovamenti di studio

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nuovi risultati di Oregon Health & Science University Cancer Institute mostrano un numero significativo di pazienti a livello nazionale che non stanno ottenendo la terapia consigliata dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il cancro allo stomaco.

"Siamo rimasti sorpresi di apprendere che ci sono ancora molti i pazienti che non ricevono il gold standard di chemioterapia e radioterapia dopo l'intervento chirurgico - nonostante i dati clinici convincenti disponibili dal 2001. Tuttavia, è incoraggiante vedere c'è stato un significativo aumento del uso di chemio-radioterapia in quanto è diventato lo standard di cura ", ha detto Kristian Enestvedt, MD, ricercatore principale, Dipartimento di Chirurgia, OHSU School of Medicine, OHSU Cancer Institute.

Un milione di persone muoiono di cancro dello stomaco ogni anno nel mondo.




Questo studio di Enestvedt e dei suoi colleghi sarà presentato Domenica 1 giugno, alle 8 del mattino durante la Association annuale americana di conferenza Clinical Oncology a Chicago.

Nel 2001 uno studio ha dimostrato che seminale con chemioterapia e radioterapia, chiamata anche chemio radioterapia, dopo l'intervento chirurgico del cancro gastrico aumentata sopravvivenza. Altri studi hanno inoltre raccomandato che almeno 15 linfonodi devono essere rimossi con un intervento chirurgico di resezione gastrica. Ma pochi dati è esistita fino ad ora sul fatto che questa pratica raccomandata veniva seguita.

Per questo studio, 313 casi di pazienti sono state raccolte da un registro tumori a livello statale. La terapia chemio/radioterapia è stato utilizzato solo il 14,2 per cento del tempo prima del 2001 contro, e il 33,3 per cento dopo tale data.

"Che lascia ancora quasi il 67 per cento dei casi lasciati in cui i pazienti non hanno ottenuto l'appropriato - e potenzialmente estendere la vita -. La terapia Abbiamo trovato che c'era un vantaggio di sopravvivenza a cinque mesi per i pazienti che hanno ricevuto chemioterapia radioterapia", ha detto Enestvedt .

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che solo il 35 per cento dei pazienti ha avuto almeno 15 nodi rimossi per controllare il cancro. Il numero di linfonodi rimossa, tuttavia, non ha influenzato sopravvivenza.

"Quello che i pazienti devono sapere è che essi dovrebbero chiedere ai loro medici di routine se il loro piano di trattamento comprende i dati più recenti studi clinici che appartiene alla loro situazione particolare", ha dichiarato Charles Thomas, MD, co-autore, presidente e professore di medicina radiazioni, OHSU School di Medicina, membro OHSU Cancer Institute.

Altri ricercatori coinvolti sono: Kevin Billingsley, MD, capo di oncologia chirurgica, Hedinger Professore Associato di Chirurgia, OHSU School of Medicine, OHSU Cancer Institute; Brian Diggs, Ph.D., Senior Associate di ricerca, chirurgia (chirurgia generale); e Donald K. Shipley, MS, direttore, Oregon State Cancer Registry.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha