Molti pazienti con tumori avanzati ottenere trattamenti che non aiuteranno, secondo uno studio

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di più di 1.000 pazienti con tumore del colon che si era diffusa a siti distanti scoperto che uno su otto è stato trattato con almeno un regime di droga che non è stato raccomandato. I pazienti sono stati esposti a un rischio significativo, senza benefici dimostrati, per un costo stimato - solo per i farmaci - di più di $ 2 milioni.

Lo studio, presentato 7 giugno 2011, da ricercatori dell'Università di Chicago alla società americana per la riunione annuale del Clinical Oncology a Chicago, si è concentrata su tre regimi chemioterapici che non sono state supportate da prove da studi clinici precedenti o linee guida di pratica clinica. Un trattamento è stato valutato "dati insufficienti per sostenere", uno era stato "dimostrato di essere inefficace", e uno è stato sostenuto da "nessun dato, né vi è una logica convincente."

"I pazienti con tumori avanzati che non rispondono alle terapie standard dovrebbero entrambi essere alla ricerca di sperimentazioni cliniche, dove c'è la possibilità di un beneficio, o avrebbero dovuto essere pensando spostando verso cure palliative", ha detto l'autore dello studio Jonas De Souza, MD, un collega di ematologia/oncologia presso l'Università di Chicago. "I pazienti non devono affrontare i rischi, i disagi ed i costi della chemioterapia aggressiva e spesso molto tossici, con regimi di trattamento che non ha fornito una prestazione in studi precedenti."




In base ad un accordo con UnitedHealthcare, un business benefici per la salute, i ricercatori hanno utilizzato i dati de-identificati affermazioni mediche e farmaceutiche nel progetto di collaborazione. Hanno esaminato reclami da 7.642 casi di cancro al colon trattati tra il gennaio 2007 e il giugno 2010, tra cui 1.041 hanno sviluppato la malattia metastatica. Di questi 1.041 pazienti, 140 (13%) ha ricevuto trattamenti che non sono state supportate da prove da studi clinici. Molti di loro hanno ricevuto cicli multipli di chemioterapia non vantaggioso.

I ricercatori si sono concentrati su tre regimi chemioterapici con raccomandazioni specifiche contro la loro utilizzazione nelle linee guida del National Comprehensive Cancer Network (NCCN). Il regime con dati insufficienti coinvolto bevacizumab (nome commerciale Avastin) utilizzato dopo che il paziente aveva progredito su una combinazione di quella droga e la chemioterapia. Il trattamento dimostrato di essere "inefficace" è capecitabina (Xeloda nome commerciale) dopo la progressione della stessa classe di farmaci. Il regime senza logica convincente era panitumumab o cetuximab (Erbitux nome commerciale) dopo la progressione su farmaci simili.

I 140 pazienti hanno ricevuto 869 cicli di chemioterapia. Alcuni hanno ricevuto due o più trattamenti non provati.

  • Ninety-uno di questi pazienti ha attraversato 632 cicli per via endovenosa di bevacizumab, per un costo stimato di $ 1,3 milioni. Potenziali effetti collaterali comprendono l'ipertensione, elevato rischio di sanguinamento e perforazione intestinale.
  • Cinquanta-nove pazienti hanno ricevuto 218 cicli non a base di prove di capecitabina, ad un costo di più di $ 600.000. Questo farmaco, assunto per via orale, può causare diarrea, nausea, vomito, stanchezza, eruzioni cutanee e gonfiore delle mani o dei piedi.
  • Sei pazienti sono stati sottoposti a 19 cicli di panitumumab, ad un costo di circa $ 70.000. Questo farmaco può provocare prurito, dermatiti e eruzioni cutanee.

"Noi non studiamo perché questi medici e pazienti si rivolse a terapie non provati," ha detto il co-autore Caleb Alexander, MD, professore associato di medicina presso l'Università di Chicago. "Ho il sospetto che sia i pazienti e per gli operatori, di fronte pericolo di vita malattia con opzioni limitate, sono più disposti a punto le linee guida di fuori."

"Ci potrebbe essere anche implicazioni finanziarie", ha aggiunto. "Un medico che ha esaurito le opzioni possono essere riluttanti a inviare un paziente a un centro che ha accesso a maggiori risorse, ma può essere molto lontano."

I ricercatori hanno sottolineato, tuttavia, che, come i costi di cura del cancro continuano ad aumentare, l'impulso per decisioni di trattamento di base su prove concrete non può che aumentare. "E 'importante per ottenere i farmaci giusti per i pazienti giusti", ha detto Alexander.

"La ricerca di DeSouza sottolinea l'importanza di un trattamento basato sull'evidenza per i malati di cancro", ha detto Lee Newcomer, MD, senior vice president di UnitedHealthcare, oncologia. "Opinioni oncologia esperti noi che le terapie aggiuntive che questi pazienti hanno ricevuto potenzialmente esposte a questi pazienti di effetti collaterali non necessari. Dobbiamo alleviare i sintomi e non causando nuove raccontano, anche se cerchiamo di affrontare la malattia di base."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha