Morbo di Parkinson è più appena un disturbo del cervello

Maggio 4, 2015 Admin Salute 0 15
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per molti anni, i ricercatori hanno noto che i problemi di movimentazione associati alla malattia di Parkinson risultato di una perdita di neuroni che producono un prodotto chimico-nervo segnalazione chiamata dopamina in una parte del cervello. Un nuovo studio suggerisce che la malattia di Parkinson (PD) colpisce anche terminazioni nervose che producono una sostanza chimica collegata, noradrenalina, nel cuore. La scoperta migliora la comprensione di come il morbo di Parkinson si sviluppa e può portare ad un modo di predire la malattia e forse anche prevenzione.

Lo studio migliora anche la comprensione di ipotensione ortostatica, o una caduta della pressione sanguigna quando una persona si alza, che è una complicazione comune della malattia di Parkinson. Questa condizione può provocare la vertigine, e svenimenti.

Utilizzando la tomografia ad emissione di positroni (PET), ricercatori presso l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke (NINDS) hanno scoperto che quasi tutti i 29 pazienti con malattia di Parkinson che hanno studiato avevano ridotto numero di terminazioni nervose-norepinefrina producono nel cuore. Questa scoperta suggerisce che Parkinson è più di una malattia del cervello e può essere causato da una anomalia che colpisce il sistema nervoso periferico, che include il sistema nervoso simpatico, così come il cervello. Lo studio, e un editoriale correlato, appaiono nel 5 settembre 2000, edizione degli Annals of Internal Medicine. (1) (2)




La perdita di terminazioni nervose nel cuore non era legato al fatto che i pazienti avevano assunto la levodopa, che viene convertito in dopamina ed è comunemente prescritto per il trattamento dei pazienti con morbo di Parkinson, dice David S. Goldstein, MD, Ph.D., direttore del Sezione Neurocardiology Clinica NINDS, che ha condotto lo studio. L'entità della perdita era anche correlato alla durata o la gravità della malattia.

Perdita di nervi-norepinefrina produrre tutto il cuore è stato trovato in nove pazienti con morbo di Parkinson che avevano anche l'ipotensione ortostatica. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti con malattia di Parkinson senza ipotensione ortostatica avevano anche la prova di terminazioni nervose simpatiche diminuito nel cuore. Il sistema nervoso simpatico controlla la pressione arteriosa, frequenza cardiaca, la sudorazione, e molte altre risposte automatiche allo stress. Poiché noradrenalina e dopamina sono parte della stessa famiglia di sostanze chimiche, chiamati catecolamine, la nuova scoperta suggerisce che qualunque causa la perdita di terminazioni nervose che producono dopamina nel cervello provoca anche la perdita di terminazioni nervose simpatiche nel cuore.

Il numero di terminazioni nervose simpatiche era normale in pazienti con atrofia sistemica multipla (MSA), un disturbo che spesso assomiglia morbo di Parkinson ed è caratterizzata da grave ipotensione ortostatica. Controllo per la perdita di terminazioni nervose simpatiche nel cuore potrebbe quindi aiutare i medici a distinguere tra il morbo di Parkinson e di atrofia multisistemica. Ciò è particolarmente importante in quanto alcuni farmaci che agiscono sul sistema nervoso simpatico - tra cui alcuni rimedi a base di erbe e medicamenti - possono causare aumenti pericolosi della pressione sanguigna nei pazienti con MSA cui nervi simpatici sono intatte, dice il dottor Goldstein.

Mentre altri studi di imaging più recenti hanno suggerito che i nervi simpatici nel cuore sono persi nella malattia di Parkinson, il nuovo studio ha utilizzato i test sofisticati per confermare che i risultati di imaging sono stati a causa della perdita di terminazioni nervose simpatiche e che questa perdita provoca l'ipotensione ortostatica in Parkinson pazienti. Questi test inclusi misurazioni della noradrenalina nel sangue provenienti dal cuore e delle risposte di pressione sanguigna alla manovra di Valsalva, in cui i pazienti soffiano in un tubo, producendo diminuzioni temporanee di quantità di sangue pompato dal cuore. Persone con un sistema nervoso simpatico pienamente funzionante sono in grado di compensare la diminuzione di uscita del sangue dal cuore perché il cervello risponde indirizzando un aumento del traffico nei nervi simpatici. Questo restringe i vasi sanguigni ", come stringere l'ugello alla fine di un tubo da giardino", permettendo la pressione del sangue per tornare alla normalità, dice il dottor Goldstein. Se il sistema nervoso simpatico è danneggiato, tuttavia, questo serraggio non si verifica, e la pressione sanguigna diminuisce progressivamente, causando l'ipotensione ortostatica.

Dr. Goldstein ed i suoi colleghi stanno ora portando avanti studi per determinare se la perdita di terminazioni nervose simpatiche è limitato al cuore o se si colpisce anche altri organi del corpo. Sperano anche di determinare perché terminazioni nervose dopamina e noradrenalina, che produce nel cuore e in solo una particolare parte del cervello si perdono nella malattia di Parkinson. Secondo quello che il dottor Goldstein chiama "ipotesi macchina in fuga," il sistema nervoso simpatico nel cuore è sempre al lavoro nel caso in cui il corpo ha bisogno improvvisamente di fuggire. Una tossina nel sangue potrebbe causare le terminazioni nervose per usura prematuramente, proprio come una tossina nella linea del carburante di una macchina può corrodere il motore dopo mesi di inattività. Un'ipotesi correlata - che il dottor Goldstein chiama il "convertitore catalitico ipotesi" - è che un prodotto di scarto tossico si accumula in dopamina e noradrenalina nervi-produzione a causa della mancanza di un enzima necessario in quei nervi. L '"ipotesi macchina in fuga" potrebbe spiegare non solo il motivo per cui i malati di Parkinson hanno una perdita di terminazioni nervose simpatiche nel cuore, ma anche perché hanno una perdita di neuroni che producono dopamina nel cervello, che può indicare un modo di prevedere e infine la prevenzione il disturbo.

Il NINDS, parte del National Institutes of Health di Bethesda, nel Maryland, è il principale sostenitore della nazione di ricerca sul cervello e il sistema nervoso. Il NINDS è ora festeggia il suo 50 ° anniversario.

(1) Goldstein, David S., Holmes, Courtney, Li, Sheng-Ting, Bruce, Simon, Metman, Leo Verhagen, e Cannon, Richard, o III. "Cardiac Synpathetic Denervazione nella malattia di Parkinson." Annals of Internal Medicine, Vol. 133, No. 5, 5 settembre, 2000, pp. 338-347.

(2) Kaufman, Horacio. "Errore Autonomic primaria: tre presentazioni cliniche della malattia One?" Annals of Internal Medicine, Vol. 133, No. 5, 5 settembre, 2000, pp. 382-384.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha