Mordere contro la malattia di Lyme

Maggio 9, 2016 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Causato da un morso da una zecca infetta, la malattia di Lyme ha i primi sintomi che sono spiacevoli, ma rispondono bene agli antibiotici. Tuttavia, se la diagnosi è ritardata o scambiato, la malattia può prendere una svolta seria, che hanno provocato gravi dolori articolari, infezione del cervello e paralisi.

Ora il dottor Richard Bingham presso l'Università di Huddersfield è sulle tracce di un test accurato che consentirà il rilevamento rapido e preciso della malattia di Lyme.

Obiettivo del dottor Richard Bingham è un test accurato che significherà un trattamento rapido ed efficace di una malattia da zecche che può avere effetti devastanti




L'arciere paralimpico britannico Mel Clarke ha parlato delle sue esperienze devastanti dopo aver catturato l'infezione mentre in competizione in squadra tiro con l'arco abili del Regno Unito negli Stati Uniti. Ora è limitato ad una sedia a rotelle e ha emesso parere urgente non ignorare i primi sintomi della malattia.

Simil-influenzali primi sintomi della malattia di Lyme, tra cui stanchezza cronica, sono condivisi con molti disturbi, in modo che i medici devono affrontare dilemmi diagnostici. Se il trattamento inizia in una fase avanzata, i pazienti devono affrontare un percorso estenuante di 28 giorni di antibiotici - e anche dopo che, i sintomi possono tornare.

La ricerca del dottor Bingham si concentra sulla causa della malattia di Lyme, un batterio a forma di spirale chiamati Borrelia burgdorferi, che ha la capacità di legarsi alle proteine ​​umane, le consente di invadere vari tessuti e di mimetizzarsi contro il sistema immunitario. Diversamente dalla maggior parte dei batteri, può anche attraversare la "barriera emato-encefalica", che porta a grave infezione neurologica.

Borrelia è portato da zecche, e nel Regno Unito e in Europa che si nascondono in lungo, erba umida o sui rami degli alberi.

"Quando un caldo mammifero sangue arriva, le zecche si attaccano alla pelle e iniziano a mangimi," ha spiegato il dottor Bingham.

"I batteri sono in realtà all'interno dell'intestino della zecca e diventa iniettati nell'ospite attraverso le ghiandole salivari della zecca e una volta nel sangue, comincia a riprodursi e può causare un'infezione piuttosto brutta."

Il primo segno è una circolare "un'eruzione bullseye", come i batteri sparsi dal morso. Poi l'accesso al flusso sanguigno e causerà sintomi quali febbre alta e stanchezza.

"Ma molte persone hanno tali sintomi simil-influenzali e non si rendono conto che hanno ottenuto questa infezione batterica, in modo da non andare ai medici e quindi perdere i classici segni della malattia di Lyme," ha detto il dottor Bingham.

Diagnosi e trattamento anti-biotici in questa prima fase è fondamentale al fine di evitare la fase di infezione noto come tardo-borreliosi.

Ma i medici si confrontano da sintomi che sono condivisi da un certo numero di malattie e condizioni, rendendo difficile la diagnosi.

Ora, assistito da due studenti di dottorato e un ricercatore universitario, il dottor Bingham è con tecniche tra cui la diffrazione dei raggi X, scattering di piccolo angolo di raggi X e spettroscopia dicroismo circolare, al fine di riprodurre le proteine ​​batteriche che portano alla malattia di Lyme. Sarà aiutato da un importante programma di investimenti in strutture di laboratorio presso il dipartimento di chimica della Facoltà di Scienze Applicate dell'Università.

La ricerca si tradurrà in una maggiore comprensione della struttura molecolare di Borrelia, che potrebbe portare a nuovi trattamenti. Inoltre, l'industria farmaceutica potrebbe anche sviluppare nuovi strumenti diagnostici in modo che la malattia di Lyme può definitivamente essere rilevato in una fase iniziale.

  • Nel Regno Unito il numero di casi di malattia di Lyme confermati da analisi del sangue è passato da 346 nel 2003 a 1 578 nel 2009. Ma il tasso reale di infezione è quasi certamente molto più alto. La Health Protection Agency stima che ci potrebbero essere fino a 3.000 nuovi casi nel Regno Unito ogni anno.
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha