Morti ipertensione polmonare sono aumentati nel corso decennio, secondo la relazione

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Morti per ipertensione polmonare sono aumentati negli ultimi dieci anni, secondo uno studio del Centro per il Controllo e la Prevenzione (CDC) Disease.

Nello studio, pubblicato online nel petto, i ricercatori hanno analizzato i tassi di mortalità dal National Vital Statistics sistema e dati dal National Hospital Discharge Survey tra il 2001 e il 2010 per analizzare le tendenze in ricoveri e tassi di mortalità legati a ipertensione polmonare.

L'ipertensione polmonare è caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna nelle arterie polmonari, causando il lato destro del cuore a lavorare di più. Le cause più comuni di ipertensione polmonare includono insufficienza cardiaca congestizia, altre malattie cardiache, malformazioni congenite del cuore, malattie polmonari croniche, apnea ostruttiva del sonno, e alcune malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide. Il rischio di ipertensione aumenta polmonari nei pazienti più anziani.




"Con l'espansione ricerca sulla diagnosi e il trattamento di ipertensione polmonare, è importante fornire statistiche aggiornate su impatto di questa malattia sui tassi di ospedalizzazione e di morte", dice Mary George, MD, ricercatore con la Divisione per malattie cardiache e ictus prevenzione, CDC e autore principale. "Aumenti di ricoveri possono riflettere sia migliorato il riconoscimento di ipertensione polmonare così come un aumento delle possibilità di trattamento."

I principali risultati dello studio includono:

  • I tassi di mortalità della malattia è aumentato in modo più significativo per le donne al 2,5% l'anno a fronte di un aumento del 0,9% all'anno per gli uomini.
  • I tassi di mortalità di ipertensione polmonare nei soggetti di età compresa tra 85 e più anziani è aumentato più del 65% tra il 2001 e il 2010.
  • Circa 4 su 10 decessi associati a ipertensione polmonare si verificano tra i pazienti di età inferiore a 75 anni.
  • I tassi di ospedalizzazione per le donne è aumentato del 52%, mentre quella degli uomini è aumentato del 33% nel corso degli anni di studio. Le donne in genere hanno un più alto tasso di malattia del tessuto connettivo.
  • Le donne rappresentano il 61% di tutti i ricoveri ipertensione polmonare nel 2001-02 e il 63% nel 2009-2010.
  • L'insufficienza cardiaca congestizia è stata la diagnosi principale più comunemente riportati alla dimissione, seguito da altre malattie di cuore (tra cui l'ipertensione polmonare) e la bronchite cronica e non specificata.
  • Negli ultimi dieci anni, i tassi di morte per i pazienti di razza nera sono stati circa il 40% superiore rispetto ai pazienti bianchi.

"Questo studio dimostra l'importanza di riconoscere e diagnosticare l'ipertensione polmonare per cui i pazienti possono ricevere un trattamento adeguato", dice Richard S. Irwin, MD, FCCP Maestro, e direttore responsabile, CHEST. "E 'informazioni essenziali per aiutare i medici a comprendere le età, razza, e le differenze di genere in pazienti che sono a rischio per l'ipertensione polmonare."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha