Morti organo destinatari chiamata Prompt per i fornitori di animali roditori per lo screening per la malattia LCMV

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un caso che coinvolge sette pazienti trapiantati uccisi da un virus roditore di origine, che a quanto pare acquisito da organi umani donati e infetti ha spinto una raccomandazione che le autorità di regolamentazione richiedano fornitori di roditori da compagnia per lo screening loro colonie per il virus.

Secondo due articoli del 25 Maggio 2006, la questione del New England Journal of Medicine, sette degli otto pazienti trapiantati sono morti infetti da virus choriomeningitis linfocitica (LCMV) che quasi indiscutibilmente ricevuti con organi donati. Gli organi provenivano da due donatori, entrambi deceduti per cause non correlate ma sono stati in silenzio infettati con LCMV. Un donatore aveva acquisito il virus da un criceto e l'altro da fonti sconosciute, ma non ha mostrato segni esteriori della malattia, gli articoli ha detto.

LCVM stato "tra i primi virus patogeni umani essere isolato" dai ricercatori medici a metà degli anni 1930. Si tratta di uno dei circa 20 membri della famiglia di virus Arenaviridae, ognuno dei quali in natura infetta una specie di roditori separati che diffonde il virus, ma provoca minima o nessuna malattia conclamata nell'ospite roditore, secondo il dottor CJ Peters, professore di patologia e microbiologia e immunologia presso l'Università del Texas Medical Branch a Galveston UTMB) e regista di biodifesa presso il Centro di UTMB per Biodefense e Emerging Infectious Diseases.




La maggior parte delle infezioni umane con risultato LCMV in un lieve a moderato meningite virale, ma in pazienti immunodepressi, come quelli che hanno ricevuto il trapianto di rene che provoca una grave malattia che assomiglia a una malattia Arenavirus correlato da Africa chiama febbre di Lassa. Migliaia di casi di febbre di Lassa si verificano ogni anno in Africa occidentale, e circa il 15 per cento di loro sono fatali. La suola paziente superstite trapianto discusso negli articoli NEJM è stato trattato con la ribavirina farmaco antivirale, che ha dimostrato di essere efficace contro la febbre Lassa.

"Un modo ovvio per ridurre il rischio di infezione umana con LCMV è di avere fornitori di roditori da compagnia schermo i loro colonie per l'infezione," Peters scrive nel articolo di giornale dal titolo "Coriomeningite linfocitaria Virus-Qualsiasi vecchio nemico fino a nuovi trucchi." Egli osserva che i topi sono noti per portare infezione LCMV che possono diffondersi in altre specie senza ammalarsi se stessi. Criceti ed eventualmente altri roditori da compagnia, anche se gli host non naturali in natura, possono essere infettati e trasmettono il virus in colonie di riproduzione ", con conseguenze disastrose," Peters osserva.

"Topi selvatici possono introdurre LCMV in colonie di una criceti o topi," articolo Peters 'continua. "Così, i regolamenti per garantire l'assenza di virus in colonie di roditori ridurrebbe il rischio di infezione LCMV poste a proprietari di animali domestici e di ridurre il rischio di trasmissione di organi trapiantati.

"Questo screening sembra giustificato," la carta continua, "data la gravità della malattia LCMV e il particolare rischio di feti: infezione LCMV in donne in gravidanza è una causa sempre più riconosciuto" dei difetti di nascita "idrocefalo, ritardo mentale, e corioretinite in neonati ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha