Mutazione del gene è legata a sintomi di autismo, come nei topi, i ricercatori a trovare

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quando un gene implicato nell'autismo umana è disattivato nei topi, roditori mostrano problemi di apprendimento e ossessivi, comportamenti ripetitivi, i ricercatori della UT Southwestern Medical Center hanno scoperto.

I ricercatori riferiscono anche che un farmaco che colpisce uno specifico tipo di funzione del nervo ridotto il comportamento ossessivo negli animali, suggerendo un possibile modo per trattare comportamenti ripetitivi nell'uomo. I risultati appaiono nel 24 febbraio del Journal of Neuroscience.

"Clinicamente, questo studio mette in evidenza la possibilità che alcuni comportamenti autismo correlati possono essere ripristinate con farmaci destinati specifiche alterazioni della funzionalità del cervello", ha detto il dottor Craig Powell, assistente professore di neurologia e psichiatria presso UT Southwestern e autore senior dello studio.




"Capire una anomalia che può portare ad un aumento, comportamento ripetitivo motore è importante non solo per l'autismo, ma anche potenzialmente per il disturbo ossessivo-compulsivo, compulsivo e altri disturbi di una attività eccessiva tirate di capelli," ha detto il dottor Powell.

Lo studio ha riguardato una proteina chiamata neuroligin 1 o NL1, che aiuta a tenere fisicamente cellule nervose insieme in modo che possano comunicare meglio tra loro. Mutazioni in proteine ​​correlate a NL1 sono stati implicati in precedenti inchieste di autismo e ritardo mentale umana.

In questo ultimo studio, i ricercatori hanno UT Southwestern studiato topi che erano stati geneticamente modificati per mancanza NL1. Questi topi erano normali in molti modi, ma si curati eccessivamente e non erano così bravi a imparare un labirinto come topi normali.

I topi alterato mostrava indebolito segnalazione nervosa in una parte del cervello chiamata ippocampo, che è coinvolto nell'apprendimento e nella memoria, e in un'altra regione del cervello coinvolta nel governare.

Quando trattati con un farmaco chiamato D-cicloserina, che attiva i nervi in ​​quelle regioni del cervello, l'eccessiva toelettatura diminuito.

"Il nostro obiettivo non era quello di fare un 'topo autistico', ma piuttosto per capire meglio come i geni dell'autismo correlata potrebbero alterare la funzione del cervello che porta ad anomalie comportamentali", ha detto il dottor Powell. "Studiando i topi che mancano di neuroligin-1, speriamo di capire meglio come questa molecola influenza la comunicazione tra i neuroni e come la comunicazione influenza il comportamento alterato.

"Questo studio è importante perché siamo stati in grado di collegare la comunicazione neuronale alterato per effetti comportamentali utilizzando un farmaco specifico per 'trattare' l'anomalia del comportamento."

Studi futuri, dottor Powell ha detto, si concentreranno sulla comprensione più in dettaglio come NL1 opera in cellule nervose.

UT Southwestern altri ricercatori partecipanti allo studio sono stati autori di co-lead Jacqueline Blundell, ex ricercatore post-dottorato in neurologia, e il dottor Cory Blaiss, ricercatore post-dottorato in neurologia; Felipe Espinosa, ricercatore senior in neurologia; e lo studente laureato Christopher Walz.

I ricercatori della Stanford University hanno contribuito a questo lavoro.

La ricerca è stata sostenuta da Autism Speaks, la Fondazione Simons, l'Istituto Nazionale di Salute Mentale, BRAINS per l'autismo, e la Fondazione Hartwell.

(0)
(0)
Articolo precedente Tuxpi Photo Effects

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha