Nanodiamonds utilizzati per trasportare la chemioterapia direttamente ai tumori cerebrali

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 12
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori del Jonsson Comprehensive Cancer Center della UCLA hanno sviluppato un nuovo sistema di consegna della droga usando nanodiamonds (NDS), che consente per l'applicazione diretta di chemioterapia per tumori cerebrali con meno effetti collaterali dannosi e una migliore efficienza del cancro-uccidendo rispetto ai trattamenti esistenti.

Lo studio è stato una collaborazione tra Dean Ho, professore, la divisione di biologia orale e della medicina, la divisione di protesi avanzate, e Dipartimento di Bioingegneria e co-direttore del Centro Weintraub per Ricostruttiva Biotecnologie presso la UCLA School of Dentistry e colleghi dell'Ospedale dei Bambini Lurie di Chicago e Northwestern University Feinberg School of Medicine.

Glioblastoma è il tipo più comune e letale di tumore al cervello. Nonostante il trattamento con la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia, il tempo medio di sopravvivenza dei pazienti affetti da glioblastoma è meno di 1,5 anni. Questo tumore è notoriamente difficile da trattare in parte perché farmaci chemioterapici iniettati da soli spesso non sono in grado di attraversare la barriera emato-encefalica, che è il sistema di vasi sanguigni protettivi che circondano il cervello. Inoltre, la maggior parte dei farmaci non rimangono concentrata nel tessuto tumorale abbastanza lungo per essere efficace.




Il farmaco doxorubicina (DOX) è un agente chemioterapico comune che è un trattamento promettente per una vasta gamma di tumori, e servito come farmaco modello per il trattamento di tumori cerebrali quando iniettato direttamente nel tumore. Squadra di Ho originariamente sviluppato una strategia per attaccare le molecole fortemente DOX superfici ND, creando una sostanza chiamata combinato ND-DOX. Nanodiamonds possono portare una vasta gamma di composti farmacologici e impedire l'espulsione di molecole di farmaci che vengono iniettati in proprio dalle proteine ​​presenti nelle cellule tumorali. Così il ND-DOX rimane nel tumore più di sola DOX, esponendo le cellule tumorali al farmaco più a lungo senza interessare il tessuto circostante il tumore.

Ho e colleghi hanno ipotizzato che potrebbe essere efficacemente glioblastoma trattati con un farmaco nanodiamond modificato utilizzando una tecnica chiamata convezione consegna avanzato (CED), con la quale hanno iniettato ND-DOX direttamente nei tumori cerebrali in modelli di roditori.

I ricercatori hanno scoperto che i livelli di ND-Dox nei tumore sono stati conservati per una durata di gran lunga al di là della sola DOX. La DOX è stata presa nel tumore e rimase nel tumore più se collegato a NDS. ND-DOX anche aumentato la morte cellulare programmata (apoptosi) e diminuita vitalità cellulare in linee glioma (tumore al cervello) cellulari.

I loro risultati hanno anche mostrato per la prima volta che la consegna ND- DOX limita la quantità di DOX che è stato distribuito all'esterno del tumore e ridurre gli effetti collaterali tossici, mantenendo il farmaco nel tumore più lungo e aumentando l'efficienza-tumorale abbattimento per il trattamento del cancro al cervello. Il trattamento era più efficace e tempo di sopravvivenza aumentata significativamente nei ratti trattati con ND-DOX rispetto a quelle fornite non modificato DOX. Ulteriori ricerche amplierà l'elenco di cancro al cervello farmaci chemioterapici che possono essere collegati alla superficie ND per migliorare il trattamento e ridurre gli effetti collaterali.

"I nanomateriali sono promettenti veicoli per il trattamento di diversi tipi di cancro", ha detto Ho, "Stiamo cercando i farmaci e le situazioni in cui le nanotecnologie aiuta effettivamente funzione chemioterapia meglio, rendendo più facile per il paziente e più difficile sul cancro." Ho aggiunge che un progetto di tale portata ha avuto successo a causa delle interazioni multi-disciplinari e proattivi tra il suo team di bioingegneri e eccellenti collaboratori clinici di Northwestern Hospital e Lurie bambini.

Ho continuato a dire che il ND ha molte sfaccettature, quasi come la superficie di un pallone da calcio, e può legarsi a DOX fortemente e rapidamente. Per avere una nanoparticella che ha significato traslazionale deve avere come molti vantaggi possibili ingegnerizzati in un sistema più semplice possibile. CED di ND-DOX offre un potente sistema di erogazione del trattamento contro questi tumori cerebrali molto difficili e mortali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha