Nanotecnologia affronta i due principali problemi associati alla chemioterapia

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Huixin Lui, professore associato di chimica nanoscala presso la Rutgers University, Newark, e Tamara Minko, professore presso la Rutgers Ernest Mario School of Pharmacy, hanno sviluppato un approccio nanotecnologia che potenzialmente potrebbe eliminare i problemi di effetti collaterali e resistenza ai farmaci per il trattamento del cancro . Sotto chemioterapia tradizionale, cellule tumorali, come i batteri, possono sviluppare resistenza alla terapia farmacologica, portando ad una ricaduta della malattia.

Come riportato nel 21 dicembre 2009, numero della rivista Piccolo, Lui, Minko e loro co-ricercatori, tra cui ricercatori di Merck & Co. e Carl Zeiss SMT, una società globale nanotecnologia, hanno progettato nanomateriali che consentono la fornitura di sia una sostanza chimica (doxorubicina) per distruggere le cellule tumorali e un farmaco genetica per prevenire la resistenza ai farmaci.

Quando somministrato a cellule di cancro ovarico resistenti ai farmaci, il trattamento è stato più di 130 volte letale rispetto a quando la doxorubicina è stato somministrato da solo. "Il farmaco può essere rilasciato solo quando è all'interno delle cellule tumorali", ha detto. "Questo meccanismo di rilascio interno controllato può eliminare drasticamente gli effetti collaterali associati con i farmaci antitumorali ai tessuti normali."




Combattere aggressivo cancro al seno con nanotubi

Nella ricerca correlata, il professor Lui e un altro gruppo di co-ricercatori hanno sviluppato nanotubi a parete singola carbonio che tengono il potenziale di fornire un mezzo più efficace per individuare e distruggere selettivamente le cellule del cancro al seno aggressivo.

In un articolo pubblicato in BMC Cancer fine dello scorso anno, i ricercatori hanno dimostrato che legando chimicamente un anticorpo speciale sui nanotubi e approfittando di due proprietà uniche di nanotubi di carbonio, le cellule tumorali singole possono essere rilevati e selettivamente sradicate lasciando le vicine cellule normali illeso. L'unicità di questo approccio è che è più facilmente estesa ad altri tipi di cellule tumorali. E 'la ricerca nei settori della rilevazione e trattamento del cancro è finanziato in parte con sovvenzioni dal National Science Foundation e del National Cancer Institute.

La ricerca si concentra sulle applicazioni pratiche attraverso una vasta gamma di campi

L'applicazione della ricerca di Lui è lungo e in largo. Lui e membri del suo laboratorio presso Rutgers stanno lavorando sull'applicazione pratica dei nanomateriali come strumento diagnostico per la malattia di Parkinson. Altre ricerche è focalizzata sullo sviluppo di una piattaforma per rilevare la presenza di agenti di guerra chimica per difesa del territorio nazionale. Lui ed i suoi membri di laboratorio stanno lavorando anche sulle nanotecnologie per misurare ioni di ferro in oceano polvere nell'atmosfera e l'acqua di mare, che è fondamentale per lo studio dei gas a effetto serra e il cambiamento climatico.

A Rutgers, Tiene corsi di laurea in chimica e laureati corsi di analisi in elettrochimica chimica analitica. Lei è il destinatario della Rutgers Presidential Fellowship 2009 per Teaching Excellence.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha