Nemici romani di Asterix: Analogia per come le cellule tumorali si muovono e crescono

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Abbiamo trovato un meccanismo chiave che permette alle cellule di coordinare il loro movimento come un gruppo e siamo convinti che questo meccanismo viene utilizzato dalle cellule maligne in un certo numero di tumori, tra cui alcuni tipi di seno, prostata e tumori della pelle", ha spiegato il ricercatore Gregory Emery .

Soldati romani formavano la tartaruga, o la formazione testudo, venendo a stretto contatto e allineando i loro scudi side-by-side per difendere se stessi come hanno rotto le loro linee nemiche. "Per quanto riguarda i romani, se alcune cellule cancerose stanno migrando in modo efficace, è perché i loro movimenti sono strettamente coordinati. Per arrestare la loro progressione, dobbiamo prima capire come si coordinano. Poi, punteremo a bloccare questo coordinamento in cellule tumorali di abrogare la progressione del cancro. "




Scienziati di IRIC ei loro colleghi della Johns Hopkins School of Medicine di Baltimora, USA studiato il movimento dei "border-cellule" nelle ovaie di moscerini della frutta, un processo biologico che è ben compreso da scienziati e che si possono riprodurre facilmente. I ricercatori spesso utilizzano questi tipi di cellule come modello per uno sguardo su migrazione cellulare metastatica - il processo attraverso il quale le cellule maligne lasciano il tumore-originale in quanto possono essere facilmente manipolati e osservati. I ricercatori guardano a come le sostanze chimiche note come proteine ​​che il nostro corpo produce influenza ciò che accade nelle cellule. In questo studio, ad esempio, i ricercatori IRIC potevano puntare un laser con sufficiente precisione per attivare o disattivare una proteina ingegnerizzata in una singola cellula vivente, e osservare direttamente le conseguenze di queste alterazioni.

Essi hanno scoperto che una proteina nota come Rab11 permette alle cellule individuali di percepire ciò che gli altri stanno facendo e organizzare in una struttura aderente a muoversi insieme. Rab11 raggiunge questo regolando un'altra proteina, chiamata Moesin che è coinvolto nel controllo della forma e la rigidità delle cellule. La riduzione del livello di Moesin riduce la coesione del cluster e impedisce il movimento delle cellule. "Qui, abbiamo identificato un meccanismo attraverso il quale le cellule condividono le informazioni di coordinare i movimenti. Per interrompere questo meccanismo, siamo in grado di bloccare la loro migrazione." Dr Emery ha spiegato.

Anche se i risultati sono stati in un particolare tipo di cellule in un modello di insetto, le proteine ​​coinvolte, Rab11 e Moesin, hanno già dimostrato di avere un ruolo in alcuni tumori umani. "Ciò indica che il nuovo meccanismo di regolazione che abbiamo identificato in cellule mosca è più probabile importante nei tumori umani anche," ha detto il dottor Emery. "Il nostro lavoro ci permetterà di identificare bersagli molecolari per interrompere la migrazione cellulare collettiva e, auspicabilmente, per combattere la formazione di metastasi", conclude.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha