New Gene antitumorale Identificato

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Virginia Commonwealth University hanno identificato un nuovo gene antitumorale chiamato SARI che può interagire con e sopprimere una proteina chiave che è sovraespresso nel 90 per cento dei tumori umani. La scoperta potrebbe un giorno portare a una terapia genica efficace per il cancro.

Secondo Paul B. Fisher, M.Ph., Ph.D., professore e presidente del Dipartimento di Genetica Umana e Molecolare e direttore dell'Istituto VCU di Medicina Molecolare presso la Scuola di Medicina VCU, e ricercatore principale dello studio , questo nuovo gene evidenzia un percorso molecolare precedentemente non sottostante l'azione anti-tumorale di interferone, INF.

Nello studio, pubblicato online sul numero 8 dicembre del Proceedings of National Academy of Sciences, i ricercatori segnalano la scoperta di un nuovo gene chiamato SARI, che è stato scoperto da un potente tecnica pioniere in laboratorio Fisher nota come sottrazione ibridazione. SARI, che è indotto da un potente modulatore del sistema immunitario chiamato interferone, è stato trovato per sopprimere la crescita e la sopravvivenza delle cellule tumorali interferendo con l'azione di molecole cellulari tumorali che guidano la divisione cellulare e promuovono la sopravvivenza.




Gli investigatori consegnati SARI alle cellule tumorali con un virus e le cellule tumorali infettate successivamente fermati dividendo e morirono. Poiché il 90 percento dei casi di cancro tipi basano su un meccanismo simile a proliferare ed eludere la distruzione, Fisher osservato che SARI potrebbe essere un trattamento anticancro efficace per molti tumori.

"Inoltre, IFNs sono potenti agenti di modulazione immuni che contribuiscono alla risposta immunitaria al cancro e sono inibitori efficaci di nuova formazione dei vasi sanguigni, il processo di angiogenesi, che è obbligatoria per la crescita di entrambi i tumori primari e metastatici," ha detto Fisher, che è il primo operatore storico del Thelma Newmeyer Corman sedia dotata in Cancer Research con la VCU Massey Cancer Center.

Attualmente, IFNs sono rilevanti nel trattamento clinico di un certo numero di tumori solidi e neoplasie ematologiche, come il melanoma, carcinoma renale, glioma maligno, linfomi e le leucemie, sia come monoterapia o come adiuvante alla chemioterapia di radioterapia.

"Abbiamo scoperto una nuova via per la quale l'interferone può indurre attività anti-tumorale. L'identificazione di SARI fornisce anche un nuovo reagente potenzialità per l'uccisione selettiva delle cellule tumorali," detto Fisher.

"Il presente studio indica che l'interferone può sopprimere la crescita del cancro inibendo l'espressione di un fattore di trascrizione cancro-dipendente che controlla i geni che regolano la crescita delle cellule tumorali. Il gene SARI può fornire nuovi e di terapia genica selettivo applicazioni per il cancro. Si potrebbe anche rivelarsi suscettibili per inibendo disordini proliferativi che dipendono da AP-1, "ha detto. AP-1 gioca un ruolo chiave nella regolazione della proliferazione e trasformazione delle cellule tumorali.

Il team sta ora sviluppando strategie migliori per indirizzare più efficacemente la consegna di SARI. Fisher ha detto che questi studi saranno cruciali per sfruttare l'attività di uccisione del cancro-selettiva di questo gene e valorizzare le sue applicazioni terapeutiche.

Questo lavoro è stato sostenuto da sovvenzioni dal National Institutes of Health, il Samuel Waxman Cancer Research Foundation e la Fondazione Nazionale per la Ricerca sul Cancro.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha