New-livello molecolare comprensione del recupero del cervello dopo l'ictus

Aprile 24, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

A MicroRNA specifico, una breve serie di RNA (ribonucleasi) sequenze, naturalmente confezionato in minuti (50 nanometri) contenitori lipidi chiamati esosomi, vengono rilasciati dalle cellule staminali dopo un ictus e contribuire a una migliore recupero neurologico secondo un nuovo studio sugli animali da Henry Ford ricercatori Hospital.

Il ruolo importante di un microRNA specifica trasferito da cellule staminali a cellule cerebrali attraverso i esosomi per migliorare il recupero funzionale dopo un ictus è stato mostrato in topi da laboratorio. Questo studio fornisce fondamentale nuovi indizi su come le cellule staminali influenzano il tessuto danneggiato e offre anche la speranza per lo sviluppo di nuovi trattamenti per l'ictus e le malattie neurologiche, la principale causa di disabilità a lungo termine negli esseri umani adulti.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Stem Cells.




Sebbene la maggior parte delle vittime di ictus a recuperare un po 'di capacità di utilizzare volontariamente le loro mani e altre parti del corpo, quasi la metà sono lasciati con debolezza in una parte del loro corpo, mentre un numero considerevole sono permanentemente disabilitato.

Attualmente non esiste un trattamento per migliorare o ripristinare la perduta funzione motoria nei pazienti con ictus, soprattutto a causa dei misteri su come il cervello ei nervi si riparano.

"Questo studio potrebbe aver risolto uno di quei misteri, mostrando come alcune cellule staminali giocano un ruolo nella capacità del cervello di guarire se stesso in misura diversa dopo ictus o altri traumi", dice l'autore dello studio Michael Chopp, Ph.D., direttore scientifico del Henry Ford Neuroscience Institute e vice presidente del dipartimento di Neurologia presso Henry Ford Hospital.

I ricercatori hanno notato che cura e l'uso degli animali Comitato Istituzionale di Henry Ford ha approvato tutte le procedure sperimentali utilizzate nel nuovo studio.

L'esperimento è iniziato isolando le cellule staminali mesenchimali (MSC) dal midollo osseo di topi da laboratorio. Questi MSC vengono geneticamente modificati per rilasciare esosomi che contengono molecole di microRNA specifici. Le MSC diventano "fabbriche" che producono esosomi contenenti microRNA specifici. Questi microRNA agiscono come interruttori generali che regolano la funzione biologica.

Il nuovo studio ha mostrato per la prima volta che un microRNA specifico, miR-133b, portato da questi esosomi contribuisce al recupero funzionale dopo un ictus.

I ricercatori geneticamente sollevato o abbassato la quantità di miR-133b in MSC e, rispettivamente, trattato i ratti. Quando queste cellule staminali mesenchimali sono iniettato nel sangue 24 ore dopo l'ictus, entrano nel cervello e rilasciare loro esosomi. Quando i esosomi sono stati arricchiti con il miR-133b, sono amplificati recupero neurologico, e quando i exosomes sono stati privati ​​del miR-133b, il recupero neurologico è stato notevolmente ridotto.

Stroke è stata indotta in anestesia inserendo un nylon infilare la carotide per occludere un'arteria importante nel cervello, l'arteria cerebrale media. MSC sono state poi iniettate 24 ore dopo l'induzione di ictus in questi animali e recupero neurologico è stato misurato.

Come misura sul recupero neurologico, i ratti sono stati dati due tipi di test comportamentali per misurare la normale funzione delle loro zampe anteriori e zampe - un "test di piede-fault", per vedere come si potrebbe camminare su una griglia in modo non uniforme spaziatura; e un "test di rimozione adesivo" per misurare il tempo impiegato loro di rimuovere un pezzo di nastro adesivo per le zampe anteriori.

I ricercatori hanno quindi separato i topi con disabilità in diversi gruppi e iniettato ogni gruppo con una specifica dose di saline, MSC e MSC con un aumento o diminuzione miR-133b, rispettivamente. I due test comportamentali sono stati nuovamente somministrata ai ratti tre, sette e 14 giorni dopo il trattamento.

I dati hanno dimostrato che il pacchetto exosome miR-133b arricchito notevolmente promosso il recupero neurologico e migliorato assonale plasticità, un aspetto di ricablaggio cervello, e il pacchetto exosome miR-133b diminuita non è riuscito a migliorare il recupero neurologico

Mentre il team di ricerca è stato attento a notare che si trattava di uno studio su animali, i suoi risultati offrono la speranza di nuovi modi per affrontare il singolo più grande preoccupazione di vittime di ictus, così come quelli con lesioni neurali quali traumi cerebrali e danni al midollo spinale - riguadagnare funzione neurologica per una migliore qualità di vita.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha