New UCSF studio rileva che l'obesità è un fattore di rischio per l'insufficienza renale

Giugno 14, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della University of California, San Francisco hanno stabilito che esiste una forte relazione tra l'essere obesi e di sviluppare la malattia renale allo stadio terminale, o insufficienza renale.

Lo studio a lungo raggio ha scoperto che gli obesi hanno fino a un sette volte maggiore rischio di insufficienza renale a persone di peso normale, il che suggerisce che l'obesità dovrebbe essere considerato un fattore di rischio per la condizione, e che l'insufficienza renale è ancora un'altra conseguenza di obesità.

"Ci sono sempre più persone con insufficienza renale, ma non è stato apprezzato tanto che l'insufficienza renale può essere una conseguenza di obesità", ha detto Chi-Yuan Hsu, MD, UCSF assistente professore di medicina e autore principale dello studio. "Pensiamo che questo studio è importante perché dimostra abbastanza convincente che le persone che sono obesi o in sovrappeso sono a rischio molto più elevato di insufficienza renale."




Lo studio, pubblicato nel numero di gennaio numero 3 di Annals of Internal Medicine, è stata condotta in collaborazione con Kaiser Permanente of Northern California Division of Research.

I risultati della ricerca hanno mostrato che l'essere anche moderatamente sovrappeso quasi raddoppia il rischio di sviluppare la malattia, che è un completo fallimento dei reni di trattare i rifiuti in modo che la dialisi o il trapianto diventano necessari.

"Se si è leggermente in sovrappeso, nemmeno francamente obesi, si è circa il 90 per cento più probabilità di sviluppare insufficienza renale allo stadio terminale", ha detto Hsu, con il rischio di raggiungere più di 700 per cento maggiore per il patologicamente obesi.

La ricerca si basa su dati provenienti da oltre 320.000 membri Northern California Kaiser cui altezza e peso sono stati misurati durante visite di controllo per la salute tra il 1964 e il 1985. Un totale di 1.471 casi di malattia renale allo stadio terminale si è verificato tra i partecipanti allo studio nel corso di un periodo medio di follow-up di circa 26 anni. I casi di malattia renale allo stadio terminale sono stati determinati utilizzando il Renal Data System degli Stati Uniti, un registro nazionale completo che raccoglie e diffonde informazioni sulla malattia renale allo stadio terminale.

Ricercatori hanno calcolato l'indice di massa corporea (BMI) dei partecipanti allo studio e hanno scoperto che quelli con un BMI superiore erano più a rischio di insufficienza renale.

BMI è il peso in chilogrammi diviso per l'altezza in metri al quadrato. Un BMI di oltre 25 ha definito una persona in sovrappeso, e il BMI di oltre 30 spostato una persona in classe I di obesità. Classe II obesità è stata definita come BMI di 35-39,9, e la classe III obesità (o obesità patologica) è stata definita come un BMI di 40 o superiore. Un uomo di un metro e dieci pollici peso di 160 £ avrebbe un BMI di 23. Se pesava 190 £ sarebbe in sovrappeso con un BMI di 27,3. A £ 220 sarebbe obesi con un BMI di 31,6.

Tra i partecipanti allo studio, il 58 per cento erano di peso normale e il 39 per cento aveva un BMI di 25 o superiore. Il rischio di insufficienza renale tra i partecipanti allo studio "overweight" era 1,87 volte quella di normali partecipanti di peso, o quasi il 90 per cento maggiore. I partecipanti allo studio più obesi, con un BMI di 40 o superiore, hanno avuto più di sette volte il rischio di insufficienza renale.

Più di 400.000 americani ricevono dialisi renale a lungo termine e più di 20.000 hanno un funzionamento trapiantato di rene. Il numero di persone che soffrono di malattia renale allo stadio terminale si prevede un aumento di più di 650.000 entro il 2010, con spese di Medicare associati 28 miliardi di dollari. L'insufficienza renale è nono posto tra le principali cause di morte negli Stati Uniti, con un tasso di mortalità annuo di circa il 20 per cento l'anno.

I fattori di rischio tradizionali per la malattia renale allo stadio terminale sono la pressione alta e il diabete, Hsu ha detto. Ma lo studio ha rilevato che l'obesità è rimasto un fattore di rischio, anche dopo aggiustamento per la pressione sanguigna e lo stato di diabete. La maggior parte dei medici di rene non pensano di perdita di peso come un modo potenziale di ridurre insufficienza renale, ha aggiunto. Lo studio suggerisce che i medici dovrebbero rene calcolare il BMI dei loro pazienti al momento di valutare il rischio di insufficienza renale.

Hsu ha detto uno dei motivi per il più alto tasso di insufficienza renale nei pazienti obesi potrebbe essere che sono più probabilità di sviluppare il diabete e l'ipertensione. Un'altra ragione è che i luoghi di obesità domanda più metabolica sui reni, costringendoli a lavorare di più. "Come la persona diventa più grande, iper-filtrazione si verifica e questo è ciò che più di filtrazione lacrime i reni verso il basso."

Da tempo è stato apprezzato il fatto che l'obesità è legata a malattie cardiache, pressione alta, diabete e, tra gli altri disturbi. Ora, insufficienza renale dovrebbe essere aggiunto a questa lista, Hsu ha detto.

"L'insufficienza renale è ancora un'altra cosa negativa che è probabile che accada a voi, se si è obesi. Questo è un male che non è stato in precedenza rilevato," ha detto.

Studio co-autori sono Charles E. McCulloch, PhD, della UCSF, e Carlos Irabarren, MD, MPH, PhD; Jeanne Darbinian, MPH, e Alan S. Go, MD, di Kaiser.

###
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha