New View Of Asma Causa: precedentemente non cellule immunitarie possono fornire una migliore bersaglio per la terapia

Aprile 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un tipo di recente riconosciuta di cellule immunitarie potrebbe svolgere un ruolo importante nel causare l'asma, forse spiegando perché le attuali terapie a volte falliscono, i ricercatori relazione dal pediatrico di Boston nel 16 marzo del New England Journal of Medicine. Queste cellule immunitarie, conosciute come cellule T natural-killer (cellule NKT), sono risultati essere abbondanti nei polmoni dei pazienti con asma, ma praticamente assente nei polmoni di persone sane, sostenendo recenti scoperte nei topi che mostra un ruolo causale diretto cellule NKT.

"I nostri risultati sono stati inaspettati", dice Dale Umetsu, MD, PhD, un immunologo presso il Children Hospital di Boston e ricercatore senior su entrambi gli studi umani e del mouse. "Essi suggeriscono che dobbiamo guardare l'asma in modo diverso in termini di terapie".

L'asma colpisce 20 milioni di persone negli Stati Uniti, e nel 2003 ha causato quasi 2 milioni di visite di emergenza-reparto. In precedenza, gli scienziati credevano che i convenzionali linfociti CD4 + T - in particolare, le cellule helper di tipo 2 (Th2) - sono stati la causa del processo infiammatorio che è centrale nella malattia. I corticosteroidi, l'attuale cardine della terapia dell'asma, bersaglio le cellule Th2, insieme ad altre cellule infiammatorie.




Ma nel 2003, Umetsu e co-investigatore Omid Akbari, PhD, entrambi poi alla Stanford University, ha dimostrato in Nature Medicine che è necessaria l'attivazione delle cellule NKT per lo sviluppo di asma nei topi: topi che mancava di cellule NKT non hanno sviluppato iperreattività delle vie aeree, una caratteristica cardinale di asma. E quest'anno, nei 21 febbraio Atti della National Academy of Sciences (PNAS), Umetsu e Stanford studente laureato Everett Meyer ha continuato a dimostrare che l'attivazione delle cellule NKT solo è sufficiente a causare l'asma nei topi, anche quando le cellule Th2 sono completamente assente.

"Questi risultati sono stati intrigante", dice Umetsu. "Ma per applicarli agli esseri umani, abbiamo bisogno di esaminare i pazienti con asma."

Nel New England Journal of Medicine studio, Umetsu e Akbari, sia ora che in Divisione di Immunologia del Hospital di Boston dei bambini, ha fatto proprio questo. Hanno esaminato i campioni dai polmoni di 25 adulti: 14 con asma bronchiale da moderata a grave, 6 soggetti sani e 5 pazienti con sarcoidosi, una malattia infiammatoria delle vie respiratorie. Essi hanno dimostrato che, in media, almeno i due terzi delle cellule T polmonari dei pazienti di asma erano in realtà cellule NKT, non le cellule Th2 convenzionali. In contrasto, cellule NKT erano praticamente assenti nei polmoni di soggetti sani e nei pazienti con sarcoidosi (scelto come gruppo di controllo perché i loro polmoni hanno alti livelli di linfociti T CD4 +).

"Le cellule Th2 convenzionale potrebbe non essere così importante nel causare l'asma come si pensava", dice Umetsu, anche un professore di Pediatria presso la Harvard Medical School. "Ora crediamo che le cellule NKT possono essere altrettanto o più importante. Essi producono gli stessi citochine [messaggeri chimici che influenzano la risposta immunitaria] come cellule Th2, e quindi teoricamente potrebbero sostituire completamente cellule Th2 nello sviluppo di asma."

Umetsu e Akbari ritengono che le cellule NKT possono essere stati scambiati per le cellule Th2 convenzionali in passato perché portano molti degli stessi marcatori molecolari. Dato che le cellule NKT costituiscono solo lo 0,1 per cento di globuli bianchi circolanti, erano facili da perdere; Solo recentemente i ricercatori avevano le tecniche per essere in grado di isolare e studiare.

Una rapida, effetto diretto

Cellule Th2 sono parte del sistema immunitario adattativo, che richiede l'esposizione ad antigeni prima di una risposta può essere montato. Si pensa di lavorare con altre cellule (come eosinofili e le cellule B) a causare l'asma. Al contrario, le cellule NKT sono parte del sistema immunitario innato, che è innata e pronto a rispondere rapidamente alle minacce esterne. Nello studio febbraio PNAS, attivazione delle cellule NKT indotto asma indipendentemente eosinofili e cellule B.

"Le cellule NKT sono i" BMW "del sistema immunitario", spiega Akbari. "Possono produrre citochine molto rapidamente e causare direttamente asma."

Cellule NKT hanno un'altra caratteristica unica: mentre le cellule T convenzionali riconoscono antigeni proteici, le cellule NKT sono scatenate da antigeni glicolipidi.

"In passato, la maggior parte del fuoco in allergie e asma è stato su antigeni proteici" dice Umetsu. "I nostri studi attuali suggeriscono che altre classi di antigeni possono essere coinvolti. E dal momento che le cellule NKT hanno un recettore che varia di poco tra i topi e gli esseri umani, riteniamo che gli antigeni riconoscono sono molto importanti. Questi risultati aprono intere nuove aree di ricerca."

Gli antigeni glicolipidici ancora non identificati che le cellule NKT "vedono" in asma possono provenire da pollini di piante, batteri, o anche il corpo stesso. Comprendere le loro origini e come attivare le cellule NKT a causare l'asma può rivelare nuovi percorsi biologici che può essere bersaglio di farmaci, dicono i ricercatori.

Oltre alla ricerca di questi antigeni, Umetsu, Akbari e colleghi hanno intenzione di guardare più mite asma ed estendere i loro studi per i bambini per vedere se le cellule NKT svolgono un ruolo simile. Essi potranno anche cercare il modo di spegnimento o contrastare le cellule NKT, che potrebbero essere sviluppati nuovi farmaci.

I corticosteroidi, che prendono di mira le cellule Th2 e di altre cellule infiammatorie, ridurre l'infiammazione, ma sembrano avere scarso effetto sulle cellule NKT, dice Umetsu. Questo forse spiega perché non sempre funzionano in asma.

"Se siamo in grado di eliminare le cellule NKT particolare, dovremmo essere in grado di trattare in modo più efficace l'asma", dice Umetsu.

Altri collaboratori di Umetsu includono Rosemarie DeKruyff, PhD, in Divisione di Immunologia dei bambini, e John Faul, MD, attualmente a Connolly Memorial Hospital, Dublino, Irlanda. La ricerca è stata finanziata dalla Heart Lung Sangue Istituto Nazionale, l'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive e l'American Lung Association of California.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha