New Way uomini in grado di trasmettere l'HIV a donne

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati avevano a lungo creduto che il normale rivestimento del tratto vaginale femminile era una barriera efficace per invasione del virus HIV durante i rapporti sessuali. Pensavano che la grande virus HIV non poteva penetrare il tessuto.

Ma la nuova ricerca da Feinberg School of Medicine della Northwestern University ha dimostrato per la prima volta che il virus dell'HIV penetra effettivamente normale tessuto genitale della donna, sano per una profondità fosse può accedere ai propri obiettivi di cellule immunitarie.




"Questo è un risultato inaspettato e importante", ha detto Thomas Speranza, principio ricercatore e professore di biologia cellulare e molecolare presso la Scuola Feinberg. "Abbiamo una nuova comprensione di come l'HIV può invadere il tratto vaginale femminile."

"Fino ad ora, la scienza ha davvero avuto alcuna idea circa i dettagli di come la trasmissione sessuale dell'HIV funziona davvero," La speranza ha aggiunto. "Il meccanismo era molto torbida."

Speranza, i suoi colleghi Northwestern, e collaboratori presso Tulane University hanno scoperto che la pelle vaginale interno è vulnerabile all'invasione HIV al livello in cui si getta naturalmente e sostituisce le cellule della pelle, un punto in cui le cellule non sono così strettamente legati insieme. Egli presenterà i suoi risultati al 16 dicembre la American Society for Cell Biology 48a riunione annuale a San Francisco.

Le donne e gli adolescenti di sesso femminile rappresentano ora il 26 per cento di tutti i nuovi casi di HIV negli Stati Uniti, secondo il Centers for Disease Control. Sulla base della sua più recente analisi dei dati del 2005, il CDC ha stimato che ci sono stati 56.300 nuovi casi di infezione da HIV che anno e tracciate il 31 per cento del totale di alto rischio contatto eterosessuale. Più della metà dei nuovi casi di infezione da HIV in tutto il mondo sono donne.

Speranza ha detto che spera che i suoi risultati, se confermati da studi futuri, fornirà informazioni per aiutare a sviluppare microbicidi e vaccini per la protezione contro l'HIV.

"Abbiamo urgente bisogno di nuove strategie di prevenzione o terapie per bloccare l'entrata del virus HIV attraverso la pelle dei genitali di una donna", ha detto Speranza. Mentre i preservativi sono efficaci al 100% nel bloccare il virus, "la gente non li usano sempre per motivi culturali e di altri", ha osservato.

Etichettando il virus HIV con tag fluorescenti foto-attivi, i ricercatori della Northwestern stati in grado di vedere il virus come penetrato il rivestimento più esterno del tratto genitale femminile, chiamato epitelio squamoso, nel tessuto umano femminile ottenuti da un intervento di isterectomia e in modelli animali.

I ricercatori hanno trovato che l'HIV penetrato la barriera cutanea genitale principalmente muovendo rapidamente - in solo quattro ore - tra cellule della pelle per raggiungere i 50 micron sotto la pelle, una profondità simile alla larghezza di un capello umano. Questa è la profondità alla quale alcune delle cellule immunitarie bersaglio da HIV si trovano.

Penetrazione HIV era più comune negli strati più esterno superficiali della pelle e probabilmente si è verificato durante il normale turnover e spargimento di cellule della pelle. Nel processo di spargimento, le cellule della pelle non sono più così strettamente legati insieme così l'acqua - e HIV - può facilmente entrare.

"Come i pezzi della pelle sfaldano, questo è il punto sciolto nel sistema in cui il virus può entrare", ha detto Speranza.

In precedenza, gli scienziati pensavano che il virus HIV ha invaso il sistema immunitario di una donna attraverso il singolo strato di cellule della pelle che rivestono il suo canale cervicale. "Quello è stato sempre pensato essere il punto debole del sistema", ha detto Speranza.

Tuttavia, uno studio precedente in Africa in cui le donne ha utilizzato un diaframma per bloccare la cervice non ha ridotto la trasmissione. Né sono donne che hanno avuto hysterectomies meno vulnerabili nei confronti dell'HIV attraverso il sesso.

Speranza ha detto che i ricercatori avevano anche creduto l'unico modo per l'HIV potrebbe entrare nel tratto vaginale era se una donna ha avuto una lesione aperta sulla sua pelle, per esempio, causata dal virus herpes. Quando sono presenti nella pelle rompe dovrebbe essere più facile per l'HIV per entrare nella pelle e si legano a e infettare le cellule immunitarie. Ma in studi in cui le donne sono stati dati farmaci anti-herpes per diminuire le loro lesioni, non vi era alcuna diminuzione della trasmissione. Alla luce dei nuovi risultati, è possibile che l'HIV può entrare nel tessuto vaginale e avviare infezione senza interruzioni fisiche.

"Un grosso errore in questo campo è l'idea che la trasmissione si svolge in un modo solo,", ha detto Speranza. "Il nostro punto di vista è il virus possono infettare le persone in più di un modo. Noi diciamo uno di quei modi che deve essere nell'equazione è che il virus può essere trasmesso direttamente attraverso la pelle."

Il prossimo passo sarà quello di dimostrare che il virus in realtà infetta le cellule immunitarie nel tratto vaginale. "Un esperimento chiave nel futuro è quello di individuare le prime cellule di essere infettati nell'epitelio, che non è necessariamente dove le persone avrebbero cercato prima", ha detto Speranza.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha