NIAID annuncia contratti per sviluppare il vaccino contro H5N1 dell'influenza aviaria

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), parte del National Institutes of Health, ha assegnato due contratti per sostenere la produzione e la sperimentazione clinica di un vaccino sperimentale basato su un ceppo di influenza aviaria, H5N1, che potrebbe avere il potenziale per provocare una pandemia di influenza. Se una pandemia di influenza aviaria H5N1 dovesse verificarsi negli esseri umani, la produzione di un tale vaccino su scala commerciale potrebbe essere utilizzato per proteggere i lavoratori di laboratorio, personale di salute pubblica a rischio e, se necessario, il pubblico in generale.

I nuovi contratti sono stati assegnati a Aventis Pasteur Inc. di Swiftwater, PA, e Chiron Corporation di Emeryville, CA. Entrambe le società già producono vaccini virus dell'influenza inattivati ​​che sono autorizzati per l'uso durante le stagioni influenzali annuali. "L'epidemia di influenza aviaria H5N1 ancora in Asia all'inizio di quest'anno, che ha provocato 34 casi documentati di malattie umane e di 23 morti, sottolinea la nazionale e internazionale imperativo sviluppare strumenti medici nuove e migliorate per preparare per la minaccia di una pandemia di influenza," dice Anthony S. Fauci, MD, direttore del NIAID. "I vaccini sono fondamentali per la preparazione per l'emergenza di salute pubblica che l'influenza pandemica comporterebbe."

L'influenza è una malattia importante che causa la morte significativo e disabilità negli Stati Uniti ogni anno. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, più di 100.000 casi di influenza richiedono l'ospedalizzazione e fino a 36.000 persone muoiono di influenza o sue complicanze annualmente. Influenza pandemica è molto più raro, ma molto più letale. Le pandemie sono epidemie globali che emergono di rado ma imprevedibile e coinvolgono ceppi del virus influenzale a cui gli esseri umani hanno poca o nessuna immunità. L'ultima pandemia spazzato il mondo nel 1968; la maggior parte degli esperti di salute pubblica ritengono che il mondo è in ritardo per un altro.




Per sviluppare i loro vaccini inattivati, le due società useranno un ceppo di influenza aviaria H5N1 prelevato da un paziente vietnamita nel febbraio 2004. Con l'approvazione da parte della Food and Drug Administration, i vaccini in fase di sperimentazione saranno poi testati per la sicurezza e l'immunogenicità in Fase I e di Fase II di sviluppo clinico. Questi studi, per essere condotti da vaccino e trattamento unità di valutazione del NIAID (VTEUs), studieranno il vaccino in adulti sani in primo luogo con i successivi studi previsti nei bambini e negli anziani.

Fino al 1997, l'influenza aviaria non era mai stato conosciuto per infettare direttamente gli esseri umani, ma in quell'anno un focolaio di aviaria di tipo H5N1 infettato 18 persone a Hong Kong, sei dei quali sono morti. Il virus non si diffonde facilmente tra gli esseri umani e non ha dato luogo a una pandemia. Allo stesso modo, l'epidemia di influenza aviaria H5N1 negli esseri umani alla fine del 2003 e l'inizio del 2004 non ha portato a una pandemia in parte perché anche non si diffonde facilmente da persona a persona.

Aventis Pasteur e Chiron deterranno ciascuna produrrà tra 8.000 e 10.000 dosi di vaccino sperimentale effettuata attraverso tecniche consolidate in cui il virus è coltivato nelle uova e poi inattivati ​​e ulteriormente purificati prima di essere formulata in vaccini. L'uso di tecniche consolidate per sviluppare i vaccini in fase di sperimentazione contribuirà a promuovere la rapida concessione di licenze di vaccini pandemici commerciali in caso di pandemia.

NIAID è un componente del National Institutes of Health (NIH), l'agenzia del Dipartimento di Salute e Servizi Umani. NIAID supporta la ricerca di base e applicata per prevenire, diagnosticare e trattare malattie infettive come l'HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili, l'influenza, la tubercolosi, la malaria e la malattia da parte di potenziali agenti di bioterrorismo. NIAID supporta anche la ricerca sui trapianti e le malattie immuno-correlati, tra cui i disturbi autoimmuni, asma e allergie.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha