No More soffocamento e Bruciore agli occhi? Nuovo approccio per eliminare le allergie, asma

Luglio 8, 2015 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per i suoi sforzi, di origine cilena Ido Bachelet, un primo cugino del presidente del Cile, Michelle Bachelet, e un dottorato di ricerca studente sotto la supervisione del Prof. Francesca Levi-Schaffer, è stato nominato il vincitore di uno dei quest'anno Barenholz premi per la creatività e originalità nella ricerca applicata. Il premio, chiamata per la sua donatrice, Yehezkel Barenholz, il Professor Dr. Daniel G. Miller di ricerca sul cancro presso la Hebrew University-Hadassah Medical School, è stato presentato di recente durante la Hebrew University Consiglio dei governatori 70a riunione.

La ricerca di Bachelet è concentrata sui meccanismi che regolano la funzione dei mastociti - i "cattivi" in innescando reazioni allergiche. Se esposto ad allergeni, mastociti reagiscono violentemente e rilasciare una serie enorme di sostanze pro-infiammatorie, di cui l'istamina è un esempio ben noto. Queste sostanze portano a sintomi acuti che vanno dal naso chiuso, rash e costrizione delle vie aeree per la scossa letale conosciuta da cibo o veleno allergie. Più tardi, attraggono cellule infiammatorie che manterranno la risposta, che spesso persiste come una malattia cronica.




Anche se le allergie sono di solito non percepiti come letale, la realtà è diversa. Nel 2005, più di 250.000 persone sono morte di asma in tutto il mondo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che questo tasso aumenterà del 20 per cento entro il prossimo decennio, se non si interviene con urgenza. L'asma è la malattia cronica più comune tra i bambini.

Bachelet ha identificato una proteina recettore sulla mastociti, chiamato CD300a. Questo recettore ha un importante effetto negativo sull'attività dei mastociti, praticamente spegnere il cellulare da scatenare reazioni allergiche. Purtroppo, CD300a è diffusa in tutto il sistema immunitario, e semplicemente il targeting potrebbe causare indesiderate, soppressione immunitaria generale con gravi conseguenze, come può accadere con steroidi.

Per superare questo problema, Bachelet e il suo collega ricerca, Ariel Munitz, hanno progettato un piccolo frammento sintetico, anticorpo che ha la capacità insolita di riconoscere due bersagli simultaneamente - il CD300a recettore e un marcatore specifico mastociti. Pertanto, gli obiettivi anticorpi CD300a solo sulla superficie dei mastociti, evitando soppressione di altre cellule immunitarie. Questo anticorpo potentemente eliminato quattro diversi tipi di malattie allergiche nei topi. Inoltre, quando i topi affetti da asma cronica ricevuto l'anticorpo in gocce nasali, hanno completamente ritornarono alla normalità, i topi sani in meno di due mesi.

Questo progetto pionieristico, chiamato RECEPTRA, presenta una nuova strategia terapeutica per le malattie allergiche acute e croniche, ed è attualmente in fase concesso in licenza attraverso Yissum, società di trasferimento di tecnologia della Hebrew University, alle aziende farmaceutiche per un ulteriore sviluppo ed eventuali studi clinici.

Sulla base della sua enorme potenziale, Bachelet e il suo team prevedono che con l'ulteriore sviluppo, la loro tecnologia diventerà la prima linea di terapia allergia in un prossimo futuro.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha