Non abbastanza vitamina D nella dieta potrebbe significare troppo grasso sugli adolescenti

Aprile 6, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una Medical College of Georgia studio di più di 650 ragazzi di età 14-19 ha trovato che coloro che hanno riportato di vitamina D avevano maggiore assunzione inferiore di grasso corporeo complessivo e minori quantità di grasso nell'addome, un tipo di grasso conosciuto come grasso viscerale, che è stata associata a rischi per la salute, quali malattie cardiache, ictus, diabete e ipertensione.

Il gruppo con la più bassa assunzione di vitamina D, femmine nere, avevano percentuali più elevate sia di grasso corporeo e del grasso viscerale, mentre i maschi neri hanno avuto le percentuali più basse del corpo e grasso viscerale, anche se la loro assunzione di vitamina D era al di sotto dei livelli raccomandati. Solo un gruppo - maschi bianchi - stava ottenendo l'assunzione minima raccomandata di vitamina D.




"Questo studio è stato uno spaccato così, mentre non può dimostrare che una maggiore assunzione di vitamina D ha causato il grasso corporeo inferiore, sappiamo che c'è un rapporto che deve essere esplorato ulteriormente," dice il Dott Yanbin Dong, un genetista molecolare e cardiologo presso l'Gerogia Prevention Institute MCG.

Dr. Dong, che ha anche co-dirige il MCG Diabete e obesità Discovery Institute, e Inger Stallman-Jorgensen, un dietista di ricerca presso il GPI, presentare i loro risultati di questa settimana in Joint Conference 49 ° della American Heart Association a malattie cardiovascolari Epidemiologia e Prevenzione e nutrizione, l'attività fisica e metabolismo a Palm Harbor, in Florida.

La coppia sarà prossimo studiare se sia fattibile per i ragazzi di prendere un supplemento giornaliero di vitamina D in forma di pillola. Questi risultati aiuteranno a progettare uno studio più ampio per esplorare il rapporto tra assunzione di vitamina D e livelli di grasso corporeo in adolescenti.

"Sappiamo già che incoraggiare i ragazzi ad ottenere una quantità adeguata di vitamina D nella loro dieta contribuirà a promuovere un corpo sano man mano che crescono e si sviluppano", dice la signora Stallman-Jorgensen. "Ora abbiamo bisogno di fare studi di intervento in cui diamo ragazzi supplementi di vitamina D per determinare se esiste un rapporto di causa ed effetto tra l'assunzione di vitamina D e di grasso."

L'American Academy of Pediatrics raccomanda adolescenti ottengono almeno 400 unità di vitamina D al giorno - sia da latte o esposizione al sole. Ci sono in genere 100 unità in un bicchiere di 8 once di latte intero. La dose giornaliera raccomandata dal sole richiederebbe almeno 30 minuti di una adeguata esposizione alla luce solare diretta, due o tre volte la settimana nelle ore di punta, tra mezzogiorno e le 15:00

Ms. Stallman-Jorgensen ha detto che ci sono molte ragioni per ragazzi non ottengono abbastanza vitamina D, che è stato collegato alla prevenzione del diabete, il cancro e le malattie cardiovascolari.

"Come esseri umani, la nostra più grande fonte di vitamina D dovrebbe essere il sole. Ma noi non spendere abbastanza tempo all'aria aperta per ottenere esposizione al sole abbastanza e quando lo facciamo, siamo spesso coperti e indossare la protezione solare", ha detto. "Siamo in grado di ottenere la vitamina D da certi cibi, come i pesci grassi e il fegato, ma non è in un sacco di alimenti che comunemente consumiamo. In questo paese, il nostro latte è fortificato con vitamina D. Purtroppo, i ragazzi proprio non bere abbastanza latte per ottenere le loro esigenze quotidiane. "

Sottolinea che la luce del sole basso durante i mesi invernali si riduce la quantità di vitamina D la pelle produce, e che le persone con la pelle più scura ottenere meno vitamina D dal sole, perché la melanina in più nella loro pelle filtra più la luce del sole.

Alcune persone non possono tollerare il latte perché non hanno l'enzima che elabora il lattosio, lo zucchero naturale del latte, anche se "la maggior parte delle persone in grado di gestire in piccole quantità", dice la signora Stallman.

Questioni culturali possono anche essere in gioco, dice la signora Stallman-Jorgensen.

"La maggior parte dei ragazzi vogliono bere bibite e bevande zuccherate Non è bello bere latte -. Pensano di come più di un alimento per neonati", ha detto.

I potenziali partecipanti allo studio avevano le loro diete nei giorni feriali e week-end monitorati dai ricercatori sette volte nel corso di un periodo di tre mesi. Coloro che hanno fornito almeno quattro segnalazioni di dieta sono stati inclusi nel gruppo finale di 659.

Percentuali di grasso corporeo sono stati misurati da X a doppia energia a raggi scansioni Absorptiometry, che possono misurare la composizione corporea totale. Il grasso viscerale è stata misurata in un sottogruppo di 432 adolescenti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha