Non terapie farmacologiche aumentare il rischio di cancro della vescica?

Marzo 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nel suo più recente studio di possibili fattori scatenanti di cancro tra i residenti del nord del New England, Dartmouth epidemiologo Margaret R. Karagas, Ph.D., e il suo team identificato un aumentato rischio di vesciche di pazienti che assumono farmaci che sopprimono il sistema immunitario.

I risultati, da uno studio caso-controllo basato sulla popolazione in New Hampshire, appaiono nel numero di settembre 2009 del British Journal of Cancer, con studenti Dartmouth Medical School Karl Dietrich come primo autore, con DMS professori Alan R. Schned, MD , e John A. Heaney, MD, come co-autori, e con Karagas, un professore di medicina di comunità e di famiglia a DMS, come ricercatore principale.

Il rapporto prende in esame l'uso a lungo termine di glucocorticoidi per 786 pazienti affetti da cancro della vescica, e 1.083 soggetti di controllo. I medici prescrivono comunemente una combinazione di farmaci citotossici e glucocorticoidi la terapia immunosoppressiva per aiutare i destinatari di trapianti evitare il rigetto dei nuovi organi, e pazienti con artrite reumatoide, l'asma, e le altre condizioni prendono spesso glucocorticoidi.




Precedenti ricerche, in alcuni dei quali Karagas partecipato, ha mostrato le associazioni tra tali terapie farmacologiche e più alto rischio di cancro della pelle e di linfoma.

Un rischio simile per il cancro della vescica, il nuovo rapporto, "potrebbe indicare la necessità di un più attento monitoraggio delle persone che assumono regolarmente glucocorticoidi."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha