'Normativi' genetici sequenze possono predire il rischio per il cancro alla prostata

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Keck School of Medicine della University of Southern California (USC) hanno identificato un meccanismo genetico romanzo che potrebbero governare il rischio individuale di sviluppare il cancro alla prostata.

I risultati, pubblicati oggi nel Public Library of Science (PLoS) Genetics journal, trovati meccanismi coinvolti in siti cancro associato in aree in cui non sono presenti geni (gene "deserti") in una regione cromosomica chiamato 8q24. I nuovi risultati mostrano che alcuni di questi siti hanno incorporato sequenze regolatrici che agiscono come stimolatori di espressione genica, modulati da variazione genetica, o polimorfismi a singolo nucleotide (SNP).

Lo studio di due anni, condotto da ricercatori di USC, Harvard University e del Weizmann Institute di Tel Aviv, Israele, ha trovato nuove funzioni di SNPs in aree in cui erano presenti nessun gene. Hanno trovato come il SNP sono in grado di modulare l'espressione genetica, anche mentre erano nei pressi di nessun gene. SNPs denotano un modesto aumento del rischio per alcune malattie; in questa particolare zona cromosomica, i SNP sembrano influenzare l'espressione genica per la prostata (e altri) cancro 'ad una distanza genetica'.




"Il contributo reale di questa scoperta è che si ottiene un tatto per un meccanismo di precedenza incompreso che può essere una predisposizione a questa malattia", ha detto Gerhard (Gerry) Coetzee, Ph.D., professore di urologia e medicina preventiva presso la Keck School di Medicina e investigatore principale dello studio. "Abbiamo portato alla luce un nuovo modo di comprendere il rischio di cancro alla prostata."

Lo studio è stato richiesto dalle discrepanze nel rischio di cancro alla prostata tra i gruppi etnici. Attualmente, i fattori di rischio per il cancro alla prostata sono disciplinate per età, e un aumento del rischio sproporzionata soprattutto tra uomini afro-americani, con gli uomini caucasici seguenti e gli uomini asiatici ultimi. Questo gene 'deserto' con versioni di particolari SNPs si trovano più spesso negli uomini afro-americani e potrebbe spiegare il loro aumento del rischio per la malattia.

Il National Cancer Institute e la Fondazione LKWhittier finanziato lo studio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha