Northwestern Memorial ricercatori proponiamo di trovare risposta ad arrestare la progressione della steatosi epatica

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Attualmente, non esiste un trattamento medico per steatoepatite non alcolica (NASH), infiammazione del fegato associata con l'accumulo di grasso nel fegato. Studi recenti indicano che NASH può provocare cicatrici del fegato nel 40 per cento delle persone con la malattia e la cirrosi (irreversibile, cicatrici avanzata del fegato) in circa il 25 per cento delle persone con NASH. I ricercatori della Northwestern Memorial Hospital hanno lanciato una sperimentazione clinica per vedere se pentossifillina, un farmaco che ha dimostrato il successo diminuire l'infiammazione del fegato nelle persone con malattia epatica alcol-correlati, può fermare la progressione della NASH.

"NASH è diffusa e il numero di casi è in aumento ogni anno - è davvero diventata un'epidemia in questo paese", dice Mary Rinella, MD, un epatologo al Northwestern Memorial Hospital, che è il ricercatore principale dello studio e assistente professore di Medicina presso Feinberg School of Medicine della Northwestern University. "Attualmente, non abbiamo nulla da offrire ai pazienti, ad eccezione di consigliare loro di perdere peso e cambiare la loro dieta, quindi molti di questi pazienti sono finire sul trapianto di fegato liste di attesa. Abbiamo bisogno di terapie che aiutano a mantenere le persone di raggiungere quel punto. "

Nei paesi sviluppati, la prevalenza di steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è stimata in circa il 20 per cento della popolazione, con circa il 3 per cento con NASH. NASH differisce dalla NAFLD, il semplice accumulo di grasso nel fegato, dal fatto che l'infiammazione provoca danni alle cellule epatiche mentre semplice fegato grasso probabilmente non. NASH si verifica in genere nei pazienti di mezza età, sovrappeso, e spesso diabetici che non bevono alcolici. È stato anche collegato con rapida perdita di peso, o in donne che assumono ormoni. "Gli studi clinici e la ricerca di base su NAFLD sono ancora nella loro infanzia, rispetto ad altre malattie del fegato comuni, come la malattia epatica alcolica ed epatite C," dice il Dott Rinella. "Non abbiamo davvero anche cominciare a capire la gravità di questo problema nei nostri pazienti fino a circa 10 anni fa."




NASH è più spesso scoperto durante test di laboratorio di routine. Ulteriori test aiutano confermare la presenza di NASH e escludono altri tipi di malattie del fegato.

Il processo, che mira a iscriversi 50 partecipanti, è patrocinato dal Dipartimento di Epatologia della Northwestern University con il sostegno della NIH-finanziato clinica generale Research Center. Northwestern Memorial è l'unico sito per la ricerca. Lo studio è accecato e placebo-controllato, con i due terzi dei partecipanti ricevono Pentoxifylline.

Per ulteriori informazioni sulla iscriversi nello studio, si prega di chiamare la linea il medico di riferimento del Northwestern Memorial a 312-926-8400.


(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha