Novel Enzyme Offerte New Look A Maschile regolamento ormonale

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per la seconda volta in meno di un anno, University of North Carolina a Chapel Hill scienziati hanno purificato una nuova proteina e hanno dimostrato che può alterare l'attività genica invertendo una modificazione molecolare pensasse permanente.

I risultati, pubblicati oggi (5 maggio) nella rivista Cell, mostrano anche che la nuova proteina svolge un ruolo nell'attivazione genica mediata da recettore degli androgeni, una proteina che risponde a androgeni ormoni. A questo proposito, la nuova proteina può capire nello sviluppo del cancro della prostata.

Androgeni, soprattutto il testosterone e il diidrotestosterone, determinano caratteristiche sessuali maschili secondarie e stimolare la crescita delle cellule della prostata. Abbassare i livelli di androgeni in genere possono rendere i tumori della prostata si restringono o crescono più lentamente.




Nello studio, i ricercatori hanno detto che la nuova proteina chiamata JHDM2A, come la proteina hanno segnalato sul sulla rivista Nature nel dicembre 2005, è in grado di rimuovere un gruppo metile da dell'istone H3, una delle quattro proteine ​​istoniche legate a tutti i geni.

"Geni umani sono così strettamente compatta all'interno del nucleo che se il DNA di una singola cellula sono stati srotolato e allungata, sarebbe una linea di circa due metri di lunghezza. Gli istoni sono necessari per confezionare il DNA in modo che si adatti all'interno del nucleo di una cellula ", ha detto l'autore senior Dr. Yi Zhang, professore di biochimica e biofisica presso la Scuola di Medicina di UNC e primo ricercatore Howard Hughes Medical Institute dell'università.

Zhang è anche membro del UNC Lineberger Comprehensive Cancer Center.

Perché istoni sono così intimamente associati con il DNA, anche lievi alterazioni chimiche di queste proteine ​​possono avere effetti profondi sulla geni vicini. A seconda della loro posizione precisa e quante sono aggiunti gruppi metilici, la presenza di alterazioni può accendere o spegnere un gene.

Nello studio, Zhang appreso che il JHDM2A rimuove specificamente metil-gruppi della lisina 9 dell'istone H3.

"La cosa importante è che H3K9 demetilazione è stato collegato alla trascrizione silenziamento, girando geni off. In modo che ci ha portato a prestare attenzione al ruolo di questa proteina in retromarcia qualunque funzione K9 metilazione potrebbe avere", ha detto Zhang.

Nella loro esperimenti, i ricercatori hanno appreso che coerente con inversione un marker di silenziamento genico (H3K9 metilazione), le funzioni delle proteine ​​come un co-attivatore - in questo caso, un co-attivatore dei geni bersaglio recettore degli androgeni.

Utilizzando colture di tessuti umani, comprese le cellule della prostata, Zhang ei suoi colleghi hanno scoperto che sovraespressione di JHDM2A notevolmente ridotto livello H3K9 metilazione e ha portato alla upregulation, o l'accensione, di androgeni geni bersaglio recettore. Al contrario, quando metilazione è stata aumentata, il gene è stato silenziato - spento.

Non è chiaro per quanti differenti geni umani JHDM2A è un regolatore primario. Secondo Zhang, i nuovi risultati indicano che la proteina fornirà un altro strumento di arruolarsi in studi di regolazione dell'espressione genica.

"Dato il legame del recettore degli androgeni, stiamo ora cercando di identificare i geni bersaglio a valle, così come il suo ruolo nel cancro alla prostata", ha detto.

"Teoricamente, questa proteina è uno strumento molto importante per studi di espressione genica. In pratica, si fornisce un potenziale bersaglio per il cancro della prostata a causa della sua attività enzimatica. Ed è un'attività enzimatica che è il bersaglio preferito dello sviluppo di farmaci."

Co-autori con Zhang sono Drs. Keniche Yamane e Yu-ichi Tsoukada, scienziati postdottorato nel laboratorio di Zhang; Charalambos Toumazou e Jiemin Wong dal Baylor College of Medicine; e Hediye Erdjument-Bromage e Paul Tempst dal Memorial Sloan-Kettering Cancer Center.

La ricerca è stata finanziata dal National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha