Novel terapia combinata prolunga la vita, diminuisce il dolore nei malati di cancro al cervello

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Circa il 5-10 per cento dei pazienti con tumore primario o metastatico soffrono di complicazioni neurologiche devastanti come mal di testa, convulsioni, confusione, difficoltà di deglutizione e disturbi visivi. Questi deficit sono causati da una grave forma di invasione del cervello da cancro chiamato meningite neoplastica. Santosh Kesari, MD, PhD, presso l'Università della California, San Diego School of Medicine e colleghi hanno utilizzato una nuova tecnica combinata per trattare pazienti di cancro bagnandosi il cervello in chemioterapia e alleviare la pressione dal midollo accumulo di liquidi (idrocefalo).

I risultati di questo studio multicentrico sono descritti nel Journal of Neurosurgery, ora disponibile online.

"Quello che abbiamo sviluppato è un singolo intervento per il trattamento sia meningite neoplastica e idrocefalo", ha detto Kesari, capo della neuro-oncologia a UC San Diego Moores Cancer Center e professore associato di neuroscienze presso la Scuola di Medicina UCSD. "Il cancro deve essere combattuto con ogni metodo disponibile, e questa è una scelta aggressiva che può migliorare notevolmente la funzione e la sopravvivenza per i pazienti selezionati."




Quando le cellule tumorali infiltrano gli spazi all'interno del cervello, le cellule impediscono il flusso e l'assorbimento di liquido spinale. Questo blocco causa un aumento della pressione e accumulo di liquidi. Inserendo una valvola azionata dall'esterno "off-on" con un serbatoio Ommaya - un piccolo dispositivo di plastica utilizzati per trasportare medicine a liquido nel cervello e nel midollo spinale - e shunt, i medici possono fornire sia la chemioterapia direttamente alla superficie del cervello e drenare i liquidi in eccesso all'addome tramite un catetere interno sottile.

"Questa tecnica dual-purpose consente sia la deviazione di liquido spinale in eccesso e il trattamento del cancro sottostante", ha detto Bob Carter, MD, PhD, UCSD capo di neurochirurgia che effettua la tecnica per i pazienti a Moores Cancer Center. "Quando il cervello cura del tumore è coordinato da un team multidisciplinare come la nostra, i risultati possono migliorare significativamente la qualità della vita."

Kesari, che ha eseguito la ricerca originale su questa tecnica presso la Harvard Medical School e Brigham and Women Hospital, ha detto che ulteriori studi devono essere fatti per capire meglio e ottimizzare questo approccio combinato. Kesari e Carter stanno progettando grandi, studi clinici prospettici per ottimizzare ulteriormente i risultati nei pazienti affetti da cancro al cervello metastatico.

I ricercatori di questo documento inclusi anche Ning Lin, MD, Ian F. Dunn, MD, Mark Johnson, MD, PhD, e Robert Friedlander, MD, Dipartimento di Neurochirurgia, Brigham and Women Hospital e della Harvard Medical School; Michael Glantz, MD, Dipartimento di Neurochirurgia, Milton S. Hershey Medical Center, Penn State College of Medicine; e Dana Allison, BA, e Randy Jensen, MD, PhD, Dipartimento di Neurochirurgia, Huntsman Cancer Institute, University of Utah School of Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha