Nuova causa di Fatal Brain Injury Da acuta virale meningite

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Che una volta era pensato per essere il colpevole responsabile di danni cerebrali fatali in caso di meningite virale acuta è stato ora trovato ad essere solo un complice, dicono i ricercatori del Scripps Research Institute.

In un 16 nov anticipo, la pubblicazione online della rivista Nature, i ricercatori dicono che la loro scoperta rinnova convinzioni comuni su come tali infezioni potenzialmente letali possono essere devastano il cervello e suggerisce la possibilità di nuovi trattamenti.

"Questo è un cambiamento di paradigma nel modo in cui pensiamo alcune forme di meningite ed eventualmente altre infezioni", spiega investigatore principale dello studio, Dorian B. McGavern, Ph.D., professore associato presso il Dipartimento di Immunologia presso Scripps Research. "Quello che abbiamo pensato che eravamo gli assassini sono cellule immunitarie che in realtà reclutano altre cellule accessorie che poi guidano la malattia. Se siamo in grado di trovare il modo di bloccare il reclutamento delle cellule che in realtà fanno il danno nel cervello, potremmo essere in grado di limitare l'impatto del virus. "




La meningite si verifica quando la membrana (le meningi) che copre e protegge il midollo spinale e il cervello si infiammano, di solito a causa di una infezione batterica o virale. La condizione è considerata un'emergenza medica perché può portare ad una risposta infiammatoria che provoca gonfiore del cervello, convulsioni, coagulazione del sangue, epilessia, o altre complicazioni, a volte con conseguente morte. Molti virus possono causare meningite.

In questo studio, i ricercatori hanno esaminato ciò che accade nel cervello di topi esposti a virus linfocitica choriomeningitis (LCMV), un virus che può infettare anche gli esseri umani, ma che non causare un sacco di danni da solo. Invece, il virus spinge una risposta immunitaria che, di per sé, è dannoso in quanto si traduce in "perde" i vasi sanguigni nelle meningi alla frontiera emato-encefalica.

"Usiamo questo virus mite perché tutti i danni prodotti nel cervello è causata dal sistema immunitario", spiega McGavern. "Mentre altri virus sono più patologica, tutti producono una risposta immunitaria."

I ricercatori hanno sviluppato un modo unico di "vedere" ciò che accade nel cervello di topi infettati con LCMV etichettando cellule immunitarie conosciute come linfociti T citotossici (CTL) -anche conosciuto come cellule T killer-con le proteine ​​che brillano di un verde fluorescente. Queste cellule, che i ricercatori sapevano reagito al LCMV, sono i combattenti del sistema immunitario in precedenza ritenuti responsabili per combattere il virus e di danneggiare il cervello nel processo.

Quando i ricercatori hanno iniettato le cellule T killer con la targhetta nei topi, seguita un giorno in più, con una dose di virus, poi un colorante di visualizzare i vasi sanguigni, lo scienziato ha scoperto che potrebbero usare la microscopia a due fotoni per vedere cosa stava succedendo 300- 400 micron sotto la superficie del cranio nel cervello. Abbastanza sicuro, gli scienziati hanno potuto vedere i vasi sanguigni abbattendo come meningite sviluppato e progredito, ma le cellule T killer tagged non sembra essere la causa diretta del danno vascolare.

"Abbiamo pensato che la malattia dipendeva queste cellule T killer, ma non sembrano essere associato a qualsiasi dei danni che stavamo vedendo", dice McGavern.

I ricercatori hanno poi contrassegnati altre popolazioni di cellule immunitarie: monociti, che di solito pulire e riparare i danni, e neutrofili, che possono aiutare con l'immunità antivirale. Con loro sorpresa, gli scienziati hanno visto che queste cellule hanno invaso il cervello dopo l'infezione LCMV, e sono stati associati con un grave danno ai vasi sanguigni nella membrana del cervello.

"Le navi appena iniziano esplodere", dice McGavern. "Questo ci dice che l'assassino cellule T reclutare monociti e neutrofili che realmente producono la patologia che vediamo con la meningite. Quello che pensavamo fossero le cellule responsabili realmente reclutare solo complici che commettono il reato."

I ricercatori non sanno esattamente perché monociti e neutrofili sono chiamati a siti di infezione da parte di cellule T killer, o come si producono i danni in caso di meningite. Essi teorizzano che la ripartizione dei vasi sanguigni può essere il risultato di tentativi queste cellule 'di muoversi rapidamente dal sistema di sangue nel tessuto all'interno dello spazio confinato del cervello.

Ora, però, gli scienziati hanno una nuova strada da esplorare per possibili trattamenti per la malattia mortale.

Co-autori della carta, "il reclutamento di cellule mielomonocitica causa fatale danno vascolare CNS durante meningite virale acuta," includono Silvia S. Kang da Scripps Research, e Jiyun V. Kim e Michael L. Dustin, della Scuola di Medicina di New York University . Lo studio è stato finanziato da sovvenzioni dal National Institutes of Health, The Wellcome Fondo Burroughs, e Dana Foundation.

A proposito del Scripps Research Institute

The Scripps Research Institute è una delle più grandi organizzazioni di ricerca biomedica del mondo indipendente, non-profit, in prima linea della scienza biomedica di base che cerca di comprendere i processi fondamentali della vita. Scripps Research è riconosciuto a livello internazionale per le sue scoperte nel campo dell'immunologia, della biologia molecolare e cellulare, la chimica, le neuroscienze, autoimmuni, cardiovascolari, e le malattie infettive, e lo sviluppo di vaccini sintetici. Fondata nella sua attuale configurazione nel 1961, impiega circa 3000 ricercatori, borsisti post-dottorato, scientifici e di altri tecnici, dottorato studenti laureati, e il personale di supporto amministrativo e tecnico. Scripps Research ha sede a La Jolla, California. Esso include anche Scripps Florida, i cui ricercatori concentrarsi sulla scienza di base biomedica, la scoperta della droga, e lo sviluppo tecnologico. Scripps Florida è attualmente in fase di passaggio da strutture temporanee nella sua sede permanente in Jupiter, Florida. Dedizione cerimonie per il nuovo campus si terrà nel febbraio 2009.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha