Nuova chiave scoperta meccanismo cellulare per fermare le metastasi del cancro al seno

Maggio 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori Huntsman Cancer Institute (HCI) presso la University of Utah scoperto un meccanismo cellulare che guida la diffusione del cancro al seno ad altre parti del corpo (metastasi), così come una terapia che blocca tale meccanismo. I risultati della ricerca sono stati pubblicati online nella rivista Cell Reports il 2 gennaio.

"Le mutazioni genetiche non guidano questo meccanismo", ha dichiarato Alana Welm, PhD, autore senior dello studio, professore associato presso il Dipartimento di Scienze Oncologiche, e un ricercatore presso Huntsman Cancer Institute. "Invece, è regolazione impropria di quando geni accendono e si spengono." La nuova scoperta si concentra su una proteina chiamata RON chinasi (RON), che segnala alcune aree del DNA delle cellule tumorali diventino attivi. Normalmente, RON opera prevalentemente durante lo sviluppo embrionale e non è altamente espresso in adulti sani. Ma in circa il 50 per cento dei casi di cancro al seno, RON viene ri-espresso e riprogramma i geni responsabili della metastasi, rendendoli attivi.

"Se c'è un intero programma nella cellula tumorale che è importante per metastasi, bloccando una piccola parte di tale programma, per esempio, l'azione di un singolo gene, non sarà probabilmente una strategia efficace", detto Welm. "Ma se si potesse trovare un modo per disattivare l'intero programma, è molto più probabile avere l'effetto desiderato. Abbiamo scoperto che inibendo RON spegne l'intero programma di metastasi in queste cellule tumorali.




"Nessuno ha mai descritto un percorso specifico di guida questo tipo di riprogrammazione in metastasi, tanto meno un modo per bloccare terapeutico che, 'Welm aggiunto." Inoltre, RON non è già stato conosciuto per essere coinvolti nella riprogrammazione dell'espressione genica. "

Il lavoro futuro comprenderà lo studio del potenziale di rilevare il programma RON-dipendente in cellule tumorali come un modo per identificare i pazienti che hanno maggiori probabilità di sviluppare metastasi e come predittore di risposta terapeutica ai farmaci che inibiscono RON.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha