Nuova combinazione farmaco-antidoto Mostrato Cassaforte In Humans

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova combinazione di un anticoagulante potente e un antidoto che interrompe la sua azione, ha dimostrato di essere sicuro nel suo primo studio clinico nell'uomo, secondo il team condurre il processo.

L'efficacia della combinazione anticoagulante-antidoto, sviluppato presso la Duke University Medical Center, deve ancora essere dimostrata in studi supplementari, la squadra ha detto.

Se il "sistema" trattamento funziona come sperato, i medici avrebbero un nuovo potente strumento per il trattamento di pazienti affetti da malattie cardiache, i ricercatori hanno detto. Hanno aggiunto che l'approccio utilizzato per creare la nuova combinazione chimica anche potrebbe essere utilizzata per elaborare altri trattamenti di combinazione in materia di malattie infettive, cancro e disturbi reumatologiche.




I medici danno anticoagulanti per i pazienti di cuore per prevenire la formazione di coaguli di sangue che ostruiscono le arterie coronarie e li mettono a rischio di attacco cardiaco. Anche se i farmaci attuali sono efficaci, possono anche provocare un eccessivo sanguinamento nei pazienti trattati, i ricercatori hanno detto.

Nella loro "fase 1" sperimentazione clinica della nuova combinazione anticoagulante-antidoto, i ricercatori hanno scoperto che l'anticoagulante assottigliato il sangue come previsto e l'antidoto poi invertito proprietà fluidificare il sangue del anticoagulanti in meno di cinque minuti. Fase 1 prove in genere sono piccoli studi, condotti in volontari sani, e hanno lo scopo di rilevare eventuali effetti negativi del l'agente prima di essere indagato in pazienti.

"Questa nuova combinazione di anticoagulante e antidoto rappresenta un sistema anticoagulante con il potenziale di offrire un interruttore rapido ed efficace 'on-off',", ha detto il cardiologo Christopher Dyke, MD Ha presentato i risultati lunedì, 13 novembre, alle sessioni scientifiche annuali della American Heart Association, in Chicago. Dyke si è formato presso il Duke Clinical Research Institute e ha lavorato come ricercatore principale della sperimentazione. I risultati sono anche stati pubblicati presto on-line sulla rivista Circulation.

"Nei 85 volontari sani arruolati nello studio, l'antidoto rapidamente e completamente invertito gli effetti anticoagulanti e non ci sono stati gravi problemi di sicurezza sia con l'anticoagulante o il suo antidoto,", ha detto Dyke. "Questo nuovo sistema promettente per stabilire un nuovo paradigma per la terapia anticoagulante controllata."

La coppia anticoagulante-antidoto, chiamato REG1, è stato sviluppato dalla società farmaceutica Regado Biosciences Inc., basato sulla tecnologia che in licenza da Duke. Regado sponsorizzato il trial clinico.

Il nuovo anticoagulante, che è membro di una classe di agenti terapeutici noti come aptameri, è una breve stringa di acidi nucleici a singolo filamento --either DNA o RNA - che si legano alle proteine ​​specifiche o piccoli bersagli molecola. Aptameri sono altamente specifici, producono poca tossicità e sono rapidamente eliminato dal corpo, secondo Richard C. Becker, MD, direttore del Cardiovascular Thrombosis Center di Duke e membro anziano del gruppo di ricerca.

Nello studio, i ricercatori hanno utilizzato la coppia aptamer-antidoto a bersaglio una proteina specifica, chiamata fattore di coagulazione umano IXa, che svolge un ruolo fondamentale nella complessa cascata di eventi biochimici che porta ad un coagulo di sangue.

"Quando il aptamer si lega al fattore IXa, molto simile a una chiave, blocca la serie di reazioni che portano alla formazione di un coagulo di sangue", detto Becker. "L'antidoto è progettato come immagine speculare alla aptamer. Si lega alla aptamero e cambia la sua forma in modo che non sia più in grado di legarsi al fattore IXa. La capacità del sangue di coagulare poi ritorna alla normalità."

Con anticoagulanti convenzionali, quando un paziente sperimenta un indesiderato "episodio di sanguinamento," i medici hanno poco ricorso se non per aspettare che il medicinale venga eliminato dal corpo naturalmente, un processo potenzialmente in termini di tempo. I pazienti sospettati di avere un attacco di cuore che sono dati anticoagulanti convenzionali e che quindi devono essere sottoposti ad angioplastica d'emergenza o un intervento chirurgico anche in grado di affrontare i ritardi pericolo di vita, hanno detto i ricercatori.

Riconoscendo la necessità di anticoagulanti migliori, due scienziati di base Duca ha iniziato a lavorare sul problema nel 2001. Bruce Sullenger, Ph.D., e Chris Rusconi, Ph.D., di cui per creare da zero la coppia anticoagulante-antidoto. Il team ha pubblicato le loro prime osservazioni sulla rivista Nature e Nature Biotechnology, e si stanno sviluppando attivamente aptameri e dei loro antidoti complementari ad altre proteine ​​della coagulazione. Poiché Rusconi ha lasciato Duke e ora è vice presidente della scoperta e lo sviluppo a Regado.

Secondo i ricercatori, il nuovo sistema di anticoagulante promettente non solo per fornire medici maggiore controllo sulla anticoagulante utilizzato in pazienti con malattie cardiovascolari come infarto, ma potrebbe anche essere applicata alla chirurgia che richiede l'uso di una macchina cuore-polmone.

I pazienti in macchine cuore-polmone devono avere un sangue più sottile in modo da impedire la loro coagulazione del sangue che passa attraverso il tubo della macchina durante l'intervento chirurgico, i ricercatori hanno detto. Lo stesso vale per i pazienti sottoposti a dialisi renale. L'anticoagulante più comunemente usato è l'eparina. Ma la droga "inversione" utilizzato per contrastare gli effetti anticoagulanti di eparina, chiamato protamina, ha una varietà di effetti collaterali indesiderati, i ricercatori hanno detto.

REG1 potenzialmente può dare chirurghi molto più controllo sulla intensità della terapia anticoagulante, hanno detto.

"La nuova coppia anticoagulante-antidoto rappresenta una piattaforma importante per ottimizzare la sicurezza del paziente", ha detto Becker. "L'anticoagulante è altamente specifico di fattore IX bis, è efficace, è azione rapida ed è rapidamente reversibile. Il recente studio clinico che ha dimostrato queste proprietà molto favorevoli ci dà la necessaria fiducia e scientificamente fondata per procedere con il prossimo livello di test. "

Cardiologi Duke, in collaborazione con sette centri accademici negli Stati Uniti, stanno conducendo la prossima fase di prova 1clinical di REG1, in cui si stanno testando la sicurezza dell'agente in pazienti con malattia cardiaca stabile che stanno già assumendo aspirina e/o clopidogrel, due comuni farmaci usati progettati per impedire la formazione di coaguli di sangue. Il processo, che dovrebbe iscriversi 50 pazienti, è già in corso, i ricercatori hanno detto.

Gli altri membri del gruppo di studio erano Steven Steinhubl, Neal Kleiman, Richard Cannon, Laura Aberle, Min Lin, Shelley Myles, Chiara Melloni, Robert Harrington e John Alexander.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha