Nuova destinazione Scoperto per trattare crisi epilettiche seguito cervello Trauma o ictus

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nuove terapie per alcune forme di epilessia possono essere presto possibile, grazie ad una scoperta fatta da un team di University of British Columbia e ricercatori neuroscienze Vancouver Coastal Health Research Institute.

I ricercatori hanno scoperto che hemichannels - gli stessi canali dei ricercatori in precedenza accertato che la morte delle cellule causa a seguito di un ictus - può anche causare crisi epilettiche che si verificano seguenti trauma cranico o di un ictus.

I risultati, pubblicati su Science, permetteranno ai ricercatori di concentrarsi su nuovi trattamenti che bloccano questi canali. Un hemichannelis un canale che si può formare in cellule nervose che permette ioni chimici di passare attraverso.




"Il recettore del glutammato, che è legata alla morte cellulare a seguito di un ictus provoca anche l'apertura di hemichannels", dice UBC Psichiatria Prof. Brian MacVicar, che è membro del Centro Ricerche Brain at UBC e VCH Research Institute. "Perciò sia ictus stesso o il glutammato rilasciato da un ictus possono aprire hemichannels e causare la morte delle cellule o crisi epilettiche".

I ricercatori hanno testato l'effetto di glutammato a livelli inferiori a quelli raggiunti durante la corsa e ha scoperto che più moderato attivazione dei recettori del glutammato apre hemichannels e provoca il sequestro, ma non produce morte cellulare associato a ictus.

Il glutammato è uno dei più abbondanti messaggeri chimici del cervello. Giunzioni sono collegamenti che permettono di molecole e ioni, per scorrere tra le cellule. Giunzioni sono composti da due hemichannels che colmano lo spazio intercellulare.

Quando si verificano crisi epilettiche, hemichannels inaspettatamente aperto vicino le sinapsi, che disturbano la normale attività elettrica del cervello che porta a crisi epilettiche.

"Abbiamo scoperto che bloccando hemichannels ridotto le scariche epilessia-like", afferma Roger Thompson, un ex borsista post-dottorato UBC psichiatria che ora è un assistente professore di Biologia Cellulare, Anatomia e Neuroscienze Cliniche presso l'Università di Calgary.

"Con questi risultati siamo certi che la scoperta di bloccanti sicuri di hemichannels fornirà una nuova terapia per il trattamento per ridurre la perdita di cellule e sequestri che sono causate da ictus", spiega MacVicar, che detiene anche il Canada Research Chair in Neuroscienze presso UBC .

"Il prossimo passo sarà quello di sviluppare un composto di bloccare hemichannels cellule del cervello di apertura", dice MacVicar. "Terapie per i pazienti epilettici che hanno subito un ictus o un trauma cranico può essere disponibile entro cinque a 10 anni."

Secondo la BC Epilessia Society si stima che uno su 12 persone avranno una crisi nella loro vita, e vicino a uno in 100 canadesi hanno epilessia. Una crisi epilettica è una raffica anomala di attività elettrica nel cervello.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha