Nuova fonte scoperto per la generazione di cellule nervose nel cervello

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questi risultati sono stati pubblicati in questo numero della rivista Nature Neuroscience.

Fino a pochi anni fa, la neurogenesi - il processo di sviluppo delle cellule nervose - era considerato impossibile, nel cervello adulto. I libri di testo hanno affermato che le cellule nervose morte non potessero essere sostituiti. Poi i ricercatori hanno scoperto regioni prosencefalo negli esseri umani in cui le nuove cellule nervose possono essere generati per tutta la vita. Queste cosiddette cellule GABAergiche utilizzano acido gamma-amminobutirrico (GABA), un neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale.

Un gruppo di ricerca di scienziati guidati da Magdalena Gцtz, direttore dell'Istituto di ricerca sulle cellule staminali in Helmholtz Zentrum Mьnchen e presidente del Dipartimento di Fisiologia Genomica di LMU, ora ha preso uno sguardo più da vicino a questa regione del cervello nel modello murino. I loro risultati: Anche nel proencefalo, ci sono altre cellule nervose regolarmente generati - le cosiddette cellule nervose glutamatergici, che utilizzano glutammato come neurotrasmettitore. I ricercatori sulle cellule staminali potrebbe rivelarsi tale per mezzo di un fattore di trascrizione specifico: Tbr2 è presente solo nelle cellule progenitrici di cellule nervose glutamatergici.




Le cellule nervose appena generato nell'organismo adulto si trovano nel bulbo olfattivo, la regione del cervello coinvolta nel senso dell'olfatto. Le cellule nervose che usano il glutammato come neurotrasmettitore sono anche responsabili per la memoria - archiviare e recuperare le informazioni. In Alzheimer demenza, alterazioni della trasduzione del segnale di queste particolari cellule svolgono un ruolo significativo.

Magdalena Gцtz spiegato il motivo per cui questo risultato è così importante: "le cellule progenitrici neurali in grado di generare queste cellule nervose glutamatergiche appena scoperti per la corteccia cerebrale vicina - per esempio dopo una lesione cerebrale." Il gruppo di ricerca è stato in grado di dimostrare questo il modello di topo: Ci le cellule migrate nella vicina tessuti cervello danneggiato e generato neuroni maturi. Di conseguenza, le cellule progenitrici potrebbero quindi sostituire le cellule nervose degenerate.

"Ora sarà interessante scoprire se questo processo avviene anche negli esseri umani, in particolare nei malati di Alzheimer", ha detto Magdalena Gцtz, "e anche se il processo può essere tenuto sotto controllo per evitare la morte delle cellule di massa." Un approccio terapeutico sarebbe allora tentare di stimolare il meccanismo di sostituzione del corpo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha