Nuove linee di cellule staminali embrionali umane da mettere a disposizione dei ricercatori

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori dell'Howard Hughes Medical Institute della Harvard University hanno annunciato oggi di aver ricavato 17 nuove linee di cellule staminali embrionali umane. Le nuove linee di cellule saranno messi a disposizione dei ricercatori, anche se in questo momento le politiche degli Stati Uniti proibiscono l'uso di fondi federali per indagare su queste cellule.

Le linee cellulari sono stati ottenuti utilizzando fondi privati ​​dai ricercatori nel laboratorio di Douglas A. Melton, un Howard Hughes Medical Institute (HHMI) ricercatore presso la Harvard University. I ricercatori hanno descritto le linee di cellule staminali in un articolo pubblicato on line il 3 marzo 2004 sul New England Journal of Medicine (NEJM). L'articolo sarà anche in 25 Marzo 2004, edizione cartacea del NEJM. Cellule staminali embrionali umane hanno il potenziale per produrre trattamenti per varie malattie umane devastanti, nonché per migliorare la comprensione dello sviluppo umano. "Studi di cellule staminali embrionali in diversi organismi differenti indicano che queste cellule hanno la capacità di dare origine a quasi tutti i tipi presenti in un organismo adulto cellule", ha detto Melton. "Le linee cellulari che stiamo mettendo a disposizione sono robusti, crescono bene e sono facili da gestire."

Nel 2001, l'Università di Harvard, HHMI e Boston IVF ha iniziato uno sforzo di ricerca collaborativa che ha cercato di realizzare la grande promessa terapeutica offerta da cellule staminali embrionali umane. Melton, Andrew P. McMahon, Chad A. Cowan, autore principale dell'articolo, e colleghi di Harvard hanno lavorato con Douglas Poteri e scienziati di Boston IVF per produrre la fornitura di cellule staminali embrionali umane. Boston IVF fornito Melton ei suoi colleghi con l'eccesso, pre-impianto di embrioni congelati da cui derivano le linee di cellule staminali.




Il finanziamento per la ricerca e la costruzione delle strutture di ricerca in cui derivano le linee di cellule staminali è stata fornita da HHMI, Harvard e la Juvenile Diabetes Research Foundation. Melton è stato un dipendente di HHMI per quasi 10 anni.

Melton è fiducioso che la disponibilità di nuove linee cellulari accelererà sviluppi della ricerca nel campo della biologia delle cellule staminali. "In linea con la prassi generale tra gli scienziati accademici, queste cellule sono un reagente che sarà condivisa", ha detto Melton. "Ci auguriamo che la condivisione di queste cellule sarà accelerare il ritmo della scoperta."

Laboratorio di Melton utilizzerà le linee di cellule staminali per perseguire il loro interesse per il diabete di tipo 1. Il suo gruppo di ricerca ha studiato le cellule pancreatiche beta produttrici di insulina che mancano nei pazienti con diabete di tipo 1, che colpisce comunemente i bambini. Obiettivo a lungo termine del suo gruppo è quello di imparare come indirizzare la differenziazione delle cellule staminali embrionali umane, in modo che possano generare cellule beta del pancreas che può essere utilizzato come terapia per il diabete di tipo 1.

La disponibilità di linee di cellule dovrebbe fornire un impulso per arginare ricercatori sulle cellule in tutto il mondo. Secondo il National Institutes of Health, ci sono circa 15 linee embrionali umane cellule staminali disponibili per i ricercatori negli Stati Uniti che stanno facendo ricerca finanziato dal governo federale. La Società Internazionale per la ricerca sulle cellule staminali (ISSCR), un'organizzazione no-profit indipendente costituita per promuovere lo scambio di informazioni sulla ricerca sulle cellule staminali, dice che il numero di linee di cellule staminali embrionali umane a disposizione è una questione di qualche discussione. Il sito Web ISSCR afferma che solo circa 8-10 linee cellulari in totale sono attualmente ampiamente accettate come vere cellule staminali embrionali umane.

Le tecniche utilizzate da Melton e dei suoi colleghi di derivare linee di cellule staminali embrionali umane sono state basate, in parte, su una tecnologia sviluppata decenni fa per topo cellule staminali embrionali e il lavoro più recente di Ariff Bongso presso National University Hospital di Singapore e James A. Thomson ei suoi colleghi presso l'Università del Wisconsin, Madison. Melton ha osservato, tuttavia, che nel corso dei loro esperimenti, hanno scoperto un modo più semplice per prendere in giro le cellule staminali esenti da tessuti circostanti utilizzando enzimi. "Una delle cose che la nostra carta mostra è che è possibile selezionare per le cellule che possono essere facilmente coltivate utilizzando enzimi piuttosto che il tedioso processo di loro-dissezione mano", ha detto Melton. "Vorrei anticipare che, in futuro, i ricercatori avrebbero usato questo metodo."

La distribuzione delle linee cellulari saranno trattati attraverso il laboratorio di Melton HHMI ad Harvard. Melton ha detto che è difficile prevedere quanta domanda ci sarà per le cellule, ma è fiducioso che il suo gruppo è pronto a rispondere a tale domanda. "Stiamo progettando di distribuzione [cellule], per quanto possibile, più o meno allo stesso modo in cui distribuiamo eventuali reagenti che pubblichiamo, che si tratti di un clone di DNA o di qualsiasi altra linea cellulare."

I ricercatori richiedono le cellule faranno secondo le istruzioni che possono essere trovati su un sito web gestito dal gruppo di Melton, che può essere visionato a http://www.mcb.harvard.edu/melton/hues. Dopo la richiesta è pervenuta da parte del personale del laboratorio di Melton, che sarà trasmesso all'Ufficio per la tecnologia e marchio di licenze presso la Harvard University. I ricercatori richiedono cellule staminali riceveranno un contratto di materiale di trasferimento di Harvard, che devono compilare e restituire ad Harvard prima che le linee cellulari sono spediti. In questo momento, i ricercatori non sarà addebitato alcun costo per le cellule staminali di là dei costi di trasporto reali per la loro istituzione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha