Nuove proprietà di microbi che causano infezioni oculari comuni scoperto

Marzo 14, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati del Massachusetts Eye and Ear/Harvard Medical School Dipartimento di Oftalmologia hanno usato il potere della nuova tecnologia genomica per scoprire che i microbi che normalmente infettano l'occhio hanno speciali proprietà precedentemente sconosciuti. Queste proprietà sono previsti per consentire il batterio - Streptococcus pneumoniae - attaccare specificamente alla superficie dell'occhio, crescere, e causare danni e infiammazione.

I ricercatori stanno ora utilizzando queste informazioni per sviluppare nuovi modi per curare e prevenire questo batterio, che sta diventando sempre più resistenti agli antibiotici. I loro risultati sono, in questo numero di Nature Communications.

S. pneumoniae è una causa principale di infezione ed è responsabile per le malattie che vanno da infezioni dei polmoni, polmonite, alle infezioni del cervello, ad infezione della superficie dell'occhio noto come congiuntivite. Anche se l'infezione dell'occhio di solito può essere trattata in modo sicuro, l'infezione da S. pneumoniae è una delle principali cause di malattia e di morte in tutto il mondo.




Secondo Mass. Eye and Ear ricercatore Michael S. Gilmore, Sir William Osler professore di Oftalmologia, Harvard Medical School, un vaccino efficace è disponibile che aiuta a prevenire molte delle più gravi tipi di infezione. "Credo che sia particolarmente importante per i bambini e gli anziani di essere vaccinati. Il vaccino induce il corpo a reagire ad un rivestimento viscido sulla superficie batterica chiamato" capsula ". La capsula permette S. pneumoniae per sfuggire globuli bianchi che cercare di eliminare, e S. pneumoniae continua a causare polmone e altre infezioni ".

Tuttavia, i ceppi di S. pneumoniae che causano infezioni oculari sono stati conosciuti a mancare questa capsula, eppure ancora causare infezioni. "Perché non hanno la capsula, che non sono interessati dal vaccino sia", ha continuato.

Per progettare un vaccino migliore, e per capire come questi ceppi "incapsulati" di S. pneumoniae sono ancora in grado di causare infezione della superficie oculare, il team di ricerca, guidato dal ricercatore post-dottorato Michael Valentino compreso Mass. Occhio e orecchio scienziati Wolfgang Haas e Paulo Bispo, così come una squadra di collaborazione dal Broad Institute of Harvard University e Massachusetts Institute of Technology, i Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione, e altrove, hanno esaminato il genoma di una grande collezione di ceppi di S. pneumoniae raccolti da tutto Stati Uniti.

"Abbiamo scoperto che circa il 90 per cento dei ceppi congiuntivite erano molto strettamente legato e formato un nuovo gruppo di S. pneumoniae con proprietà infettive che erano diversi da tutti gli altri ceppi noti", ha detto il dottor Gilmore. "Queste nuove proprietà sono ritenute consentire S. pneumoniae di resistere ai normali meccanismi di clearance della superficie dell'occhio, compresi lampeggiare e lacrime, aderire alla superficie oculare, crescere lì e causare danni."

Dr. Gilmore ritiene che comprese alcune delle proteine ​​S. pneumoniae che permettono al batterio di fare questo in un nuovo tipo di vaccino, potrebbe portare alla prevenzione di quasi il 90 percento dei casi di congiuntiviti causate da questo microrganismo e risparmiare l'uso di antibiotici per le infezioni più gravi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha