Nuove raccomandazioni per la sorveglianza del cancro del colon-retto per alcuni pazienti con malattia infiammatoria intestinale

Aprile 7, 2016 Admin Salute 0 9
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alcuni pazienti con malattia infiammatoria intestinale (IBD), sia la colite ulcerosa e la malattia di Crohn del colon, hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro del colon-retto rispetto agli individui senza IBD. Una serie di fattori contribuiscono all'aumento del rischio, che richiede un approccio individualizzato e sensibile alla sorveglianza nei pazienti, in base a una nuova presa di posizione medica e revisione tecnica pubblicato dalla American Association Gastroenterologiche nella sua rivista ufficiale, Gastroenterology.

"L'aumento del rischio di sviluppare il cancro del colon-retto in pazienti affetti da IBD indotto il AGA per guardare i protocolli di diagnosi e di gestione corrente per garantire che i nostri pazienti stanno ricevendo il massimo livello di trattamento", secondo Francesco A. Farraye, MD, autore principale di manoscritto. "Le raccomandazioni che abbiamo sviluppato aiuteranno gastroenterologi guida per identificare i soggetti ad alto rischio e di sviluppare piani di sorveglianza basati su situazione unica di ciascun paziente."

Mentre IBD è relativamente raro nella popolazione generale, rimane una delle tre condizioni ad alto rischio che predispongono i pazienti a CRC, insieme con la sindrome di Lynch e poliposi adenomatosa familiare. "Anche se alcuni pazienti affetti da IBD presentano un aumentato rischio di sviluppare il cancro del colon-retto, vi è evidenza che il rischio di sviluppare il cancro è diminuita nel corso degli ultimi decenni", ha dichiarato l'autore senior Steven Itzkowitz, MD.




Altri risultati del certificato medico di posizione sulla diagnosi e la gestione dei CRC in pazienti IBD sono:

  • Durata della malattia, la malattia più estesa, la gravità dell'infiammazione, colangite sclerosante primaria (malattia delle vie biliari che porta a danni al fegato), e una storia familiare positiva di sporadica CRC sono tutti associati ad un aumentato rischio di sviluppare CRC.
  • Displasia (cellule anormali) rilevati alla biopsia è attualmente considerato il miglior marcatore per il rischio CRC in IBD.
  • I pazienti con IBD e una lesione displasia associata non adenoma-like o di massa che non si presta ad essere completamente rimosso dalla colonscopia devono essere trattati con colectomia (rimozione di tutto o di una parte del colon). Al contrario, i pazienti con una lesione displasia associata adenoma-like o massa rimosse endoscopicamente e senza evidenza di displasia piatta altrove nel colon, possono essere gestite in modo sicuro da polipectomia e continua sorveglianza.
  • C'è un'alta certezza che colectomia per piatti di alta qualità tratta displasia diagnosticato il cancro sincrona (che può essere presente nel 42 per cento al 67 per cento dei casi).
  • La polemica che ruota attorno alla gestione di displasia di basso grado è stato rivisto.
  • C'è moderata certezza che i risultati della sorveglianza colonscopia in almeno moderata riduzione del rischio di CRC in pazienti con IBD. I pazienti con estesa colite ulcerosa o morbo di Crohn che coinvolgono gran parte del colon sono i più probabilità di trarre beneficio.
  • Gli autori hanno approvato l'uso di cromoendoscopia nei pazienti ad alto rischio di identificare la displasia e il cancro.
  • Mentre non vi sono prove che alcuni farmaci utilizzati per trattare IBD potrebbe aiutare a prevenire CRC e la displasia, questo richiede ulteriori ricerche.
  • Al momento, non ci sono marcatori genetici, molecolari o biochimici che possono essere misurati nel tessuto, sangue o feci di prevedere in modo affidabile quali pazienti con IBD sono a maggior rischio di displasia o tumore, ma questo è un settore di ricerca attiva.

Le conclusioni della revisione e della posizione medica dichiarazione tecnica erano basate sulle migliori evidenze disponibili, o in assenza di prove di qualità, le perizie degli autori e del pannello posizione medica convocata per criticare la revisione tecnica e strutturano la dichiarazione di posizione medica. La revisione tecnica e la dichiarazione di posizione medica rappresentano insieme la linea guida.

Per sviluppare le linee guida, una serie di 10 grandi domande sono stati identificati dagli esperti del settore per incapsulare le questioni di gestione più comuni dei medici. Per rivedere raccomandazioni e gradi, visualizzare la dichiarazione AGA Medical Posizione sulla diagnosi e la gestione di colorettale Neoplasia in malattia infiammatoria intestinale. Le linee guida sono state sviluppate attraverso l'interazione tra gli autori, l'Istituto AGA, la pratica clinica e del Comitato di Gestione della Qualità e rappresentanti del Consiglio d'Istituto AGA.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha