Nuove ricerche su Pre-eclampsia in topi può avere importanti implicazioni per l'uomo

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un nuovo studio del marzo di pre-eclampsia, una malattia grave e potenzialmente mortale che colpisce circa il 5 per cento delle gravidanze Dimes finanziati, i ricercatori hanno trovato risultati nei topi che possono avere importanti implicazioni per la diagnosi e il trattamento nell'uomo.

Yang Xia, MD, Ph.D., e Rodney E. Kellems, Ph.D., Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare; e Susan M. Ramin, MD, Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Scienze della Riproduzione, tutto presso l'Università del Texas-Houston Medical School, e colleghi riportano oggi sulla rivista Nature Medicine, che hanno indotto pre-eclampsia in topi iniettando loro certa autoanticorpi umani che sono stati trovati nelle donne con pre-eclampsia. I topi hanno mostrato molteplici caratteristiche della malattia, tra cui pericolosamente la pressione alta, proteine ​​nelle urine, e anomalie della placenta. Poi i ricercatori hanno dato i topi una sostanza che blocca l'azione degli autoanticorpi; ciò ha impedito lo sviluppo di pre-eclampsia.

I ricercatori dicono che hanno dimostrato un importante percorso di pre-eclampsia e un potenziale nuovo approccio per la diagnosi e il trattamento.




Pre-eclampsia può richiedere la consegna pre-termine (nascita prima di 37 settimane di gestazione a termine) per evitare gravi complicazioni per la madre e il bambino, perché la consegna è l'unica cura per il disturbo.

La nascita pretermine è un problema di salute serio e costoso e la principale causa di morte nel primo mese di vita. Più di mezzo milione di bambini - uno ogni otto - sono nati troppo presto ogni anno negli Stati Uniti. I bambini che sopravvivono devono affrontare il rischio di gravi problemi di salute per tutta la vita, tra cui difficoltà di apprendimento, paralisi cerebrale, cecità, perdita di udito, e le altre condizioni croniche tra cui l'asma. Anche i bambini nati solo poche settimane hanno troppo presto un maggior rischio di problemi respiratori, difficoltà di alimentazione, l'instabilità della temperatura (ipotermia), ittero e lo sviluppo del cervello in ritardo.

Il marzo di Dimes contribuisce anche a sostenere un ampio studio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per valutare se un nuovo test di screening è in realtà un predittore affidabile dello sviluppo di pre-eclampsia, così come la possibilità di fare test in via di sviluppo, dove pre- eclampsia provoca un numero significativo di decessi tra le donne in gravidanza e neonati.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha