Nuove tecnologie di comunicazione Aiuto cardiache pazienti a migliorare la loro prognosi

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'uso del telefono e di internet tra i pazienti e gli operatori sanitari è un modo efficace per ridurre i fattori di rischio per la malattia coronarica e il rischio di ulteriori eventi, dopo un attacco di cuore, secondo una nuova ricerca pubblicata nel numero di giugno del Journal of Cardiovascular Prevention e riabilitazione.

Ricercatore senior dello studio, il professor Ben Freedman del Dipartimento di Cardiologia presso Concord rimpatrio General Hospital, Sydney, in Australia, dice che la fornitura di modelli "telemedicina" potrebbe contribuire ad aumentare l'assorbimento delle attività coronarie di prevenzione da parte di coloro che non hanno accesso alla riabilitazione cardiaca, e "ridurre il divario tra le prove e la pratica".

Tale prova ha già dimostrato che i programmi di riabilitazione cardiaca formali ridurre costantemente il rischio di ulteriori eventi (prevenzione secondaria), migliorare i profili dei fattori di rischio personale, incoraggiare il rispetto con la terapia farmacologica, e migliorare la qualità della vita attraverso l'esercizio e l'istruzione. Tuttavia, secondo il professor Freedman, è anche noto che solo un terzo dei pazienti eleggibili partecipare a programmi di riabilitazione cardiaca in Europa, USA e Australia. Questo nuovo studio, una revisione sistematica di studi che applicano nuove tecnologie di comunicazione per la prevenzione cardiaca, suggerisce che telemedicina può effettivamente fornire un "modello innovativo" con cui l'accesso è aumentata e la "diversità delle persone e delle comunità alloggiati".




La revisione ha analizzato tutti gli studi randomizzati pubblicati valutare un intervento di telefono o internet-based la cui end-point era una misura di mortalità, i cambiamenti nei livelli di molteplici fattori di rischio per le malattie cardiache, o la qualità della vita.

Dice l'autore dello studio Lis Neubeck da Concord Hospital rimpatrio Generale a Sydney: "Abbiamo puntato a stabilire se, in un mondo sempre più dominato dalla tecnologia elettronica, interventi per prevenire la malattia coronarica ricorrenti potrebbero essere consegnati in modo innovativo per consentire a più persone di accedere efficace la prevenzione secondaria. La nostra analisi, che ha coinvolto più di 3000 pazienti in 11 studi, suggeriscono che l'era elettronica è infatti fornire alternative efficaci per la consegna di cambiamento prevenzione sanitaria. "

Lo studio ha definito programmi di prevenzione telemedicina come quelli che hanno presentato almeno il 50 per cento del loro contatto con il paziente attraverso il telefono o internet. Tuttavia, il contatto totale di pazienti negli studi ha valutato varie lunghezza - da soli 40 minuti a nove ore. In più della metà degli studi un'infermiera consegnato l'intervento. I metodi più comuni di contatto erano per telefono, e circa la metà delle prove completate nuova comunicazione tecnologica con informazioni scritte. Solo due dei 11 studi utilizzato un programma di internet, che comprendeva progredire i grafici, i premi online e gruppi di discussione con esperti e altri pazienti. Nessuno studio utilizzando altre tecnologie di comunicazione - come la videoconferenza - sono stati trovati.

I risultati delle analisi hanno mostrato che gli interventi di telemedicina sono stati associati con un tasso di mortalità del 30 per cento inferiore rispetto ai controlli non-intervento, ma questo non era statisticamente significativo e riflette una riduzione del rischio "assoluto" real-life di 1 per cento. Tuttavia, ci sono stati risultati significativi l'effetto di telemedicina sui fattori di rischio modificabili per la malattia coronarica. Follow-up ha mostrato livelli più bassi di colesterolo totale nei pazienti telemedicina rispetto ai controlli, livelli più bassi di pressione arteriosa sistolica, e meno persone continuano a fumare. Effetti favorevoli sono stati trovati anche in livelli di attività fisica e la qualità della vita.

"Le persone oggi sono sempre più poveri di tempo", dice Lis Neubeck, "e la partecipazione a un programma di centro-based per la prevenzione secondaria degli eventi coronarici ricorrenti tende a limitare l'accesso. Utilizzando le tecnologie elettroniche ha il potenziale per aumentare l'accesso a questi servizi senza compromettere risultati.

"Vale la pena notare che tre dei programmi che abbiamo esaminato erano dall'Australia. Lo studio CHOICE, per esempio, ha dimostrato che un breve intervento flessibile fornisce efficace riduzione dei fattori di rischio per 12 mesi a seguito di un evento cardiaco acuto. Persone raggiungendo in comunità rurali e remote è un problema particolare in Australia e questi interventi hanno il potenziale per superare le barriere di tempo e distanza, consentendoci così di raggiungere le popolazioni con problemi nell'accesso all'assistenza sanitaria, a costi ragionevoli. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha