Nuovi antibiotici contro le infezioni batteriche resistenti scoperti

Maggio 29, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Giornata mondiale della salute di quest'anno si concentra sulla crescente minaccia di infezioni potenzialmente mortali in via di sviluppo di resistenza ai farmaci antimicrobici - in particolare agli antibiotici. In questa occasione, la Commissione europea presenta i risultati promettenti progetti di ricerca internazionali a due finanziati dall'UE che offrono nuove speranze per aiutare e curare le persone. Nella sola Unione europea, si stima che le infezioni resistenti ai farmaci causano più di 25.000 morti e € 1,5 miliardi di costi sanitari aggiuntivi ogni anno.

Una nuova sostanza per affrontare tubercolosi resistente ai farmaci

Il progetto NM4TB, che riunisce 18 gruppi di ricerca di 13 paesi, ha scoperto una nuova classe di sostanze, chiamate benzothiazinones (BTZ), che potrebbe essere utilizzato nel trattamento della tubercolosi e di tubercolosi resistente ai farmaci. Queste sostanze agiscono impedendo ai batteri che causano la tubercolosi di costruire la loro parete cellulare. Questa scoperta rappresenta un importante passo avanti nella lotta contro la tubercolosi, come il composto più avanzato di questa nuova classe, BTZ043, è anche efficace contro la tubercolosi resistente ai farmaci ampiamente (XDR-TB).




Sfruttare le risorse genetiche per trovare nuovi antibiotici

18 gruppi di ricerca provenienti da 9 paesi europei e la Repubblica di Corea hanno unito le forze nel ACTINOGEN progetto per scoprire e sviluppare nuovi antibiotici, sfruttando le risorse genetiche di un gruppo di batteri chiamati attinomiceti. Precedenti studi sui genomi di attinomiceti suggerito che questi batteri avevano il potenziale per la produzione di molti nuovi antibiotici. I ricercatori hanno identificato una completamente nuova di piombo antibiotico esplorando le specie batteriche Streptomyces ambofaciens, e progettati antibiotici aggiuntivi biosintesi combinatoria. Il progetto ha generato 8 brevetti.

Sfondo

Una vasta gamma di microrganismi, compresi batteri, virus, protozoi e funghi, stanno diventando resistenti ai farmaci che vengono utilizzati per trattare le infezioni. Questa resistenza, che si chiama resistenza antimicrobica (AMR), è uno dei principali ostacoli al trattamento delle malattie infettive in tutto il mondo. Di fronte alla portata di AMR, e la diminuzione del numero dei farmaci antimicrobici efficaci, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che ritiene AMR ad essere una delle più grandi minacce per la salute umana.

Affrontare AMR necessario investire nella ricerca e nell'innovazione. L'UE ha priorità la ricerca in questo campo, sostenendo numerosi progetti di ricerca, con un importo complessivo di circa € 300 milioni dal 1999. Le priorità sono lo sviluppo di nuovi medicinali e terapie, che definisce l'uso ottimale dei farmaci antimicrobici esistenti, lo sviluppo di strumenti diagnostici, di monitoraggio della diffusione di resistenza e la ricerca di base sugli organismi patogeni. Progetti finanziati dall'UE hanno contribuito a comprendere meglio i meccanismi di resistenza e di identificare nuovi composti antimicrobici che possono portare a futuri farmaci.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha