Nuovi ceppi di tubercolosi resistenti ai farmaci potrebbero diventare diffusa, dice nuovo studio

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori australiani della University of New South Wales e la University of Western Sydney hanno pubblicato la nuova scoperta nell'ultimo numero degli Atti della National Academy of Sciences.

Studi di laboratorio, hanno suggerito che i ceppi di tubercolosi resistenti agli antibiotici provocano infezioni di più lunga durata, ma con una velocità di trasmissione più bassa. Pertanto, gli scienziati si sono chiesti se i ceppi di tubercolosi resistenti ai farmaci sono più probabilità di ceppi farmaco-sensibili a persistere e diffondere - una questione importante per predire il futuro impatto della malattia.




Uno su tre umani porta già il batterio della tubercolosi. Anche se rimane latente in molti casi, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha stimato ci sono stati 9.270.000 nuovi casi di tubercolosi nel 2007. Ci sono stati 1,6 milioni di morti di TBC correlati al 2005. TB resistente ai farmaci è causato da un trattamento incoerente o parziale , quando i pazienti non prendono tutti i loro farmaci regolarmente per il periodo richiesto o perché l'offerta di droga non è affidabile.

Un gruppo di ricerca guidato dal di UNSW dottor Mark Tanaka utilizzato epidemiologica e dati molecolari di ceppi di Mycobacterium tuberculosis isolati da Cuba, Estonia e Venezuela per stimare il tasso di evoluzione della resistenza ai farmaci e per confrontare la relativa "fitness riproduttiva" di ceppi resistenti e di droga sensibili .

"Abbiamo scoperto che la forma fisica generale di ceppi farmaco-resistenti è paragonabile a ceppi farmaco-sensibile", dice il dottor Tanaka della Evolution e centro di ricerca di ecologia. "Questo era particolarmente vero a Cuba e in Estonia, dove la c'è una netta prevalenza di casi di farmaco-resistenti."

La scoperta può riflettere una contraddizione in programmi di trattamento della droga in questi paesi. In effetti, l'Estonia ha ora uno dei più alti tassi di resistenza multi-droga nel mondo. La presenza intermittente dei farmaci e la trasmissione risultante di ceppi resistenti avrebbero lasciato ceppi farmaco-resistenti trascorrere insieme più tempo all'interno host non trattate, permettendo loro di evolvere modi per diventare più contagioso e fuori concorrenza i ceppi farmaco-sensibile.

Lo studio rivela anche che il contributo della trasmissione alla diffusione della resistenza ai farmaci è molto elevato - fino al 99 per cento - rispetto a resistenza acquisita a causa di fallimento del trattamento. "I nostri risultati implicano che i ceppi resistenti ai farmaci di tubercolosi rischiano di diventare molto diffuso nei prossimi decenni", spiega di UNSW dottor Fabio Luciani, autore principale dello studio. "Essi suggeriscono anche che limitare ulteriormente la trasmissione della tubercolosi potrebbe essere un approccio efficace per ridurre l'impatto della resistenza ai farmaci."

"Matematica e metodi statistici possono aggiungere un sacco di valore per i dati empirici, consentendo a rendere conto per i processi che stanno dietro di loro," dice il co-autore della ricerca, il dottor Andrew Francis dalla University of Western Sydney. "In questo caso, usiamo campioni di genotipi TB, insieme alle informazioni su resistenza ai farmaci, di fare inferenze e previsioni che non sarebbero stati possibili solo pochi anni fa."

A proposito di tubercolosi

La tubercolosi è una malattia contagiosa. Come il comune raffreddore, si diffonde attraverso l'aria. Solo le persone che sono malati di tubercolosi nei polmoni sono contagiosi. Quando le persone infettive tosse, starnuti, colloquio o sputare, si spingono i germi di TB, conosciuti come bacilli, in aria. Una persona ha bisogno solo di inalare un piccolo numero di questi infetti.

Se non trattata, ogni persona con TBC attiva infetterà in media tra i dieci ei 15 persone ogni anno. Tuttavia, le persone infettate con bacilli TB non necessariamente ammalarsi con la malattia. I "muri off" del sistema immunitario bacilli TB e si può rimanere inerti per anni. Quando il sistema immunitario di una persona è indebolito, le probabilità di ammalarsi sono maggiori.

Fino a 50 anni fa, non c'erano medicine per curare la tubercolosi. Ora, i ceppi resistenti agli antibiotici sono emerse e circa il 1,7 per cento dei casi hanno in tutto il mondo la malattia multi-farmaco resistente (MDR-TB). Nel 2006, la tubercolosi estensivamente resistente ai farmaci (XDR-TB) è emerso. XDR-TB è definito come MDR-TB, più resistenza a qualsiasi fluorochinoloni e almeno un agente iniettabile: kanamicina, amikacina o capreomicina. La diffusione di XDR-TB a livello mondiale è stato alimentato da HIV, inadeguati sistemi di sanità pubblica, l'accesso limitato alle risorse di laboratorio di alta qualità, e un abbandono delle misure di controllo delle infezioni.

"Il costo di fitness epidemiologica della resistenza ai farmaci in Mycobacterium tuberculosis," Fabio Luciania, Scott A. Sisson, Honglin Jiangb, Andrew R. Francis, e Mark M. Tanaka, PNAS. Data di rilascio al pubblico 10-ago-2009

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha