Nuovi indizi in spread parassiti come invasive

Maggio 25, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo studio, che coinvolge il parassita monocellulare Toxoplasma gondii, è stata guidata da Amos Orlofsky, Ph.D., assistente professore di patologia alla Einstein. I risultati, pubblicati in questo numero del Journal of Immunology, suggeriscono un nuovo approccio per il trattamento di toxoplasmosi, la malattia causata da questo parassita.

T. gondii è una delle grandi storie di successo del mondo del parassita, in grado di infettare qualsiasi animale a sangue caldo. Le persone infette portano migliaia di organismi, molti dei quali risiedono nel cervello. La maggior parte delle persone infettate con T. gondii hanno una inattiva, o latente, infezione che provoca sintomi. Ma T. gondii può causare gravi danni cerebrali nei pazienti con HIV/AIDS, gli anziani, i feti, e altri che hanno indebolito o in via di sviluppo del sistema immunitario.




"La toxoplasmosi può essere trattata con farmaci antimalarici e antibiotici, ma questi farmaci possono avere gravi effetti collaterali, per cui vi è molto interesse nella ricerca di terapie migliori," dice il Dott Orlofsky.

Le persone si infettano ingerendo oocisti T. gondii (la fase di spore parete spessa del parassita trovato nelle feci di gatti infetti) o mangiando carne di maiale poco cotta o altra carne infetta. Una volta che il parassita viene ingerito, i suoi tachizoiti (la forma del parassita che causa la malattia negli esseri umani) moltiplicare per infettare le cellule e quindi riprodurre più volte all'interno di ogni cellula. Infine, il carico parassitario rompe la sua cellula ospite ed esce di infettare nuove cellule.

In ricerche precedenti, gli studi piastra di Petri avevano suggerito che tachizoiti progressi attraverso 5-7 cicli di divisione cellulare oltre a piacevoli due o tre giorni prima della rottura della cellula ospite e l'avvio di un nuovo ciclo di infezione. Ma in una chiave di ricerca, il team Einstein scoprì che nella vita reale (topi infettati in questo caso), il ciclo di moltiplicazione va molto più veloce: Dopo aver infettato i macrofagi - le cellule immunitarie che sono tra i loro bersagli preferiti - parassiti infettanti rottura delle cellule in circa sei ore dopo aver subito solo uno o due cicli di divisione cellulare.

In una seconda scoperta importante, la squadra Einstein ha scoperto un indizio sul perché i parassiti scoppiare dai loro ospiti macrofagi dopo appena uno o due cicli di riproduzione: macrofagi correre verso il sito di infezione in qualche modo segnalare ai loro fratelli infetti in modo da stimolare i parassiti di abbandonare la nave . I ricercatori sospettano che questa reazione riflette uno spostamento nella posizione della cellula ospite dalla passività ostilità rispetto ai parassiti all'interno. "Sentendo che la loro cellula ospite è in modalità di attacco, i parassiti possono rispondere prendendo una rapida uscita," dice il Dott Orlofsky.

Gli scienziati non sanno ancora il meccanismo con cui le cellule immunitarie attivano l'uscita anticipata dei parassiti dalle cellule infette. Ma i farmaci con questo meccanismo d'azione potrebbe contribuire a frenare o addirittura eliminare la toxoplasmosi, incoraggiando le cellule infette per combattere i loro parassiti. Tali farmaci potrebbero funzionare bene in combinazione con trattamenti che bloccano via di fuga dei parassiti. "Se siamo in grado di fare i parassiti vogliono lasciare, ma impedire loro di farlo, che potrebbe essere la base di una terapia efficace," dice il Dott Orlofsky.

Carta del dottor Orlofsky, "esternamente attivato Egress è il destino Maggiore di Toxoplasma gondii durante l'infezione acuta," è stato pubblicato 21 ottobre a edizione on line del Journal of Immunology. Tadakimi Tomita, un dottorato di ricerca studente Einstein, è l'autore principale. Gli altri partecipanti Einstein erano Tatsuya Yamada, anche un dottorato di ricerca studente, e Louis M. Weiss, MD, MPH, professore di medicina e di patologia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha