Nuovo antibiotico Beats superbatteri al loro stesso gioco

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 24
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Scienziati Rockefeller University hanno testato il nuovo farmaco, chiamato Ceftobiprole, contro alcuni dei ceppi letali di Staphylococcus aureus (MRSA) batteri multiresistenti, che sono responsabili della maggior parte delle infezioni da stafilococco in tutto il mondo, sia negli ospedali e nella comunità.

La ricerca, che sarà pubblicata nel numero di agosto 2008 della rivista agenti antimicrobici e Chemioterapia e disponibile online, guardò quanto bene Ceftobiprole lavorato contro cloni batterici che avevano già sviluppato resistenza ad altri farmaci. In ogni caso, Ceftobiprole vinto. "E 'solo eliminato le cellule 100 per cento", spiega investigatore principale dello studio, Alexander Tomasz, responsabile del Laboratorio di Microbiologia presso Rockefeller.




Precedenti ricerche avevano già dimostrato che - in generale - Ceftobiprole era molto efficace contro la maggior parte isolati clinici di S. aureus. "Invece, abbiamo guardato con più attenzione le cellule altamente resistenti che già si verificano in tali isolati clinici a bassissima frequenza - magari in un batterio in ogni 1.000", spiega Tomasz. Ceftobiprole era in grado di uccidere le cellule resistenti.

Mai prima d'ora un antibiotico stato testato in questo modo. "Nella storia dello sviluppo di antibiotici, un antibiotico arriva sulla scena, e prima o poi i batteri resistenti emergere", spiega Tomasz. "Abbiamo cercato di verificare in anticipo che avrebbe vinto questa particolare partita a scacchi:. Il nuovo farmaco, o i batteri che causano ormai morti umane"

In una nuova inquietante "mossa" in questo gioco di scacchi, S. aureus ceppi con resistenza alla vancomicina (VRSA), una diversa classe di antibiotici, anche cominciarono ad apparire negli ospedali degli Stati Uniti. Ceftobiprole era anche in grado di uccidere questi nuovi ceppi VRSA resistenti.

Il farmaco è efficace perché i chimici che hanno sviluppato Ceftobiprole riusciti a sconfiggere i batteri al loro stesso gioco, dice Tomasz. L'antibiotico ad ampio spettro è stato scoperto da Basilea Pharmaceuticals, con sede a Basilea, in Svizzera, ed è in fase di sviluppo negli Stati Uniti e in tutto il mondo da parte di Johnson & Johnson. La ricerca è stata sostenuta da Johnson & Johnson con una sovvenzione della US Public Health Service.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha