Nuovo biomarker per il cancro alla prostata fatale trovato

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nuovi risultati della ricerca su Wake Forest University School of Medicine e della University of Wisconsin possono contribuire a fornire qualche indicazione per gli uomini con diagnosi di cancro alla prostata circa se il loro cancro è probabile che sia in pericolo di vita.

In uno studio che appare nel numero di febbraio di Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, una rivista della American Association for Cancer Research, i ricercatori confermato le loro precedenti risultati che gli uomini che hanno troppo calcio nel loro sangue in seguito hanno un aumentato rischio di prostata fatale cancro. Ora i ricercatori hanno anche identificato un biomarcatore ancora più accurato del cancro mortale: alti livelli di calcio sierico ionizzato.

"Gli scienziati sanno da anni che la maggior parte dei tumori della prostata sono a crescita lenta e che molti uomini moriranno con, piuttosto che, loro cancro alla prostata", ha detto Gary G. Schwartz, Ph.D., autore senior dello studio e un professore associato di biologia del cancro presso la School of Medicine, una parte del Wake Forest University Baptist Medical Center. "Il problema è, come possiamo determinare quale tumori rappresentano una minaccia grave per la vita e hanno bisogno di un trattamento aggressivo rispetto a quelli che, se lasciato solo, è improbabile che minacciano la vita del paziente? Questi risultati possono far luce su questo problema."




Questo è stato il primo studio a esaminare fatale rischio di cancro alla prostata in relazione ai livelli di prediagnostici ionizzato calcio sierico, e ricercatori hanno scoperto che gli uomini nel più alto terzo dei livelli sierici di calcio ionizzato sono tre volte più probabilità di morire di cancro alla prostata rispetto a quelli con meno quantità di calcio sierico ionizzato. I ricercatori hanno inoltre confermato una precedente constatazione di un raddoppio del rischio per il cancro alla prostata mortale tra gli uomini il cui livello di calcio sierico totale rientra nel più alto terzo del totale di distribuzione del calcio sierico.

Ionizzata calcio sierico è la parte biologicamente attiva del calcio sierico totale. Circa il 50 per cento del totale calcio sierico è inattivo, lasciando solo il calcio sierico ionizzato di interagire direttamente con le cellule.

I risultati hanno implicazioni sia scientifici e pratici, ha detto Halcyon Skinner G., Ph.D., della University of Wisconsin, autore principale dello studio. Da un punto di vista scientifico, aiuta la ricerca concentrarsi su ciò che è circa il calcio che può favorire il cancro alla prostata. Sul piano pratico, la ricerca può offrire alcune linee guida per gli uomini che cercano di decidere se cercare un trattamento per una recente diagnosi di cancro alla prostata. Se confermato, i risultati potrebbero anche portare alla riduzione generale di un eccesso di trattamento del cancro alla prostata.

"Molti uomini con questa diagnosi sono trattati inutilmente," ha detto Schwartz. "In pochi mesi dalla diagnosi iniziale di cancro alla prostata, molti uomini scelgono di sottoporsi o radiazioni o chirurgia radicale. Il problema è che noi non sappiamo chi ha bisogno di essere trattati e che non lo fa, così noi trattiamo maggior parte degli uomini, over-trattamento la maggioranza. Questi nuovi risultati, se confermati, suggeriscono che gli uomini, alla fine inferiore della distribuzione normale di ionizzato calcio sierico sono tre volte meno probabilità rispetto agli uomini nella distribuzione superiore di sviluppare la malattia mortale.

"Questi uomini possono scegliere di ritardare il trattamento o forse rinviare del tutto", ha aggiunto Schwartz. "Lo studio suggerisce anche che la medicina può essere in grado di aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata mortale riducendo i livelli sierici di calcio."

Schwartz ha aggiunto che gran parte della ricerca in corso per lo sviluppo del cancro alla prostata si concentra sull'identificazione caratteristiche dei tumori aggressivi, che tale ricerca è focalizzata sull'identificazione caratteristiche degli uomini che sviluppano il tumore prima che realmente si sviluppano.

Ha avvertito che il calcio nel siero è poco influenzata dal calcio nella dieta. Livelli sierici di calcio sono controllati geneticamente e sono stabili su gran parte della vita di un individuo, ha detto.

"Questi risultati non implicano che gli uomini hanno bisogno di smettere di bere latte o evitare di calcio nella loro dieta", Schwartz ha aggiunto.

Lo studio è stato finanziato da sovvenzioni dal National Institutes of Health e l'American Cancer Society.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha