Nuovo farmaco candidato affama le cellule tumorali dormienti

Aprile 7, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio pubblicato su Nature Communications, i ricercatori della Karolinska Institutet e dell'Università di Uppsala in Svezia presentano un nuovo farmaco candidato, che uccide selettivamente le cellule dormienti all'interno di un tumore cancro per fame. Queste cellule tumorali, che si trovano in zone meno ossigenati di tumori solidi, sono resistenti ai trattamenti convenzionali.

Nei tumori solidi più grandi di un paio di millimetri, di solito c'è una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive sia a causa di insufficiente crescita dei vasi sanguigni. Questo a sua volta si traduce in cellule tumorali di cadere in uno stato di dormienza. Dopo il trattamento, tali cellule dormienti iniziano a dividersi e tumori crescerà. Questo fenomeno contribuisce pertanto alla resistenza di tumore solido a radio e chemioterapia.

Nel loro studio recente pubblicazione, i ricercatori mostrano che le cellule tumorali nelle regioni tumorali che sono mal ossigenato e privi di alimentazione non sono in grado di compensare la produzione di energia mitocondriale carente.




"Abbiamo identificato una piccola molecola che chiamiamo VLX600, che in vari in vitro e in vivo si è dimostrato efficace contro le cellule tumorali del colon dormienti che sono altrimenti molto difficili da trattare. VLX600 è un lieve inibitore della respirazione mitocondriale, e abbiamo trovato che le cellule tumorali dormienti hanno una limitata possibilità di compensare una riduzione della funzione mitocondriale da un aumento della glicolisi. Le cellule tumorali dormienti muoiono quindi per fame ", afferma Stig Linder, il professore di oncologia sperimentale che conduce lo studio.

La molecola VLX600 è stato sviluppato in collaborazione con la società biotech con sede a Uppsala Vivolux AB, dove Stig Linder è anche un membro del consiglio. Uno studio clinico della sostanza in collaborazione con ricercatori americani è previsto che si terrà quest'anno. La ricerca è stata finanziata da sovvenzioni dal Swedish Cancer Society, le Fondazioni Cancer Research del Radiumhemmet, il Consiglio svedese della ricerca, l'Alex e Eva Wallstrцm Foundation e Fondazione svedese per la ricerca strategica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha