Nuovo Interruttore Della risposta immunitaria Scoperto

Aprile 30, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La condizione essenziale per il buon funzionamento di immunità innata è il "accendere" della proteina-chinasi PI3. Una volta PI3-chinasi è attivata, la risposta immunitaria è innescata, che porta alla produzione di interferoni di tipo I, la punta di diamante di immunità innata, che distruggono gli invasori del corpo. Questa scoperta apre nuove prospettive terapeutiche in quanto può suggerire modi per ripristinare la funzione di immunità innata, che è overactivated in malattie autoimmuni e inibito in alcuni tipi di cancro.

Il corpo è spesso affrontare attacchi dall'esterno (infezione virale o batterica) e talvolta dall'interno, a causa della disfunzione delle proprie cellule (cancro), e si difende attivando suo sistema immunitario. Esistono due tipi di difesa. La prima è l'immunità innata: questo non ha memoria, ed è permanentemente in guardia per individuare e distruggere le cellule anomale, le cellule tumorali o cellule infettate da virus. La seconda, che richiede più tempo per iniziare, è l'immunità adattativa, che si rivolge in particolare un invasore. Questa risposta richiede una fase di formazione durante la quale le cellule del sistema immunitario impara a riconoscere loro nemico.




Le cellule dendritiche, "sentinelle" del corpo, sono la prima linea di difesa contro l'invasione patogeni: essi riconoscono virus e batteri e quindi innescare una risposta immunitaria, che, a seconda dei casi, può essere innata o adattiva. In risposta ad un intruso, le cosiddette cellule dendritiche plasmacitoidi possono sia produrre grandi quantità di interferoni, molecole che attivano una risposta rapida contro le infezioni virali, o "specializzati" e diventano cellule capaci di insegnare il sistema immunitario di riconoscere i patogeni.

Al Institut Curie, Vassili Soumelis (2) e la sua squadra ("Immunità e cancro", Inserm/Institut Curie Unità 653) hanno scoperto come le cellule dendritiche scegliere tra i due tipi di risposta immunitaria. Innanzitutto, qualunque sia la risposta, la presenza di un intruso stimola il recettore TLR all'interno delle cellule dendritiche. Solo allora la scelta fatta tra i due tipi di risposte. Il percorso di segnalazione PI3-chinasi è attivata, e la risposta innata viene attivato. Chinasi PI3 è l'interruttore che accende una cascata di proteine ​​all'interno della cellula. Informazioni sulla presenza di un intruso nel corpo è quindi trasmesso alla sua destinazione finale, nel nucleo della cellula, dove la proteina IRF-7 (fattore di trascrizione) modifica l'espressione di geni specifici e così altera il comportamento della cellula. In questo caso specifico, IRF-7 induce la produzione di interferoni di tipo 1 (interferone-alfa, per esempio), che comportano la distruzione dei virus e fortemente attivare varie cellule del sistema immunitario.

Vassili Soumelis MD, PhD all'Institut Curie spiega: "attivazione della proteina-chinasi PI3 è uno dei primi passaggi necessari per la produzione di grandi quantità di tipo 1 interferoni, porta alla attivazione o il rafforzamento della risposta immunitaria innata. "

In alcune malattie autoimmuni, come il lupus eritematoso sistemico (3) o sindrome di Sjцgren, questa risposta innata sovrastimolato, portando ad una reazione di difesa anomala del sistema immunitario, che attacca le cellule proprie, tessuti o organi. In alcuni tipi di cancro, d'altra parte, la risposta innata è praticamente assente. Può essere che le cellule tumorali sono in grado di bloccare la via di segnalazione PI3-chinasi. Attraverso questa scoperta, Vassili Soumelis ei suoi collaboratori sperano, nel tempo, di sviluppare nuovi trattamenti per l'uso nelle malattie autoimmuni e oncologia. Agendo sul PI3-chinasi, può essere possibile adattare la risposta innata, in modo da inibire nel trattamento di malattie autoimmuni e aumentare in trattamento del cancro.

Questo lavoro è pubblicato nel 18 febbraio, 2008 numero del Journal of Experimental Medicine.

Note

  1. Dynavax Technologies, Berkeley, California, Stati Uniti.
  2. Vassili Soumelis è un medico curante e Inserm immunologia ricercatore presso l'Institut Curie.
  3. Il lupus eritematoso sistemico è una malattia infiammatoria caratterizzata da coinvolgimento delle articolazioni e dei muscoli, pelle, reni, e del sangue, infiammazione dei polmoni e cuore, manifestazioni neurologiche o psichiatriche, febbre.
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha