Nuovo meccanismo molecolare nello sviluppo del cancro al seno

Marzo 16, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Circa il 10% dei tumori al seno sono dovute a mutazioni in geni denominati BRCA1 e BRCA2. Tuttavia, il meccanismo molecolare con cui alterazione di questi geni aumenta notevolmente il rischio di cancro non è del tutto chiaro. In un nuovo studio, pubblicato 15 novembre in linea, accesso aperto rivista PLoS Biology, un team internazionale guidato da Miquel Аngel Pujana, di Bellvitge Biomedical Research Institute (IDIBELL) e dell'Istituto Catalano di Oncologia (ICO), e Christopher Maxwell , ora al Child and Family Research Institute, ha fatto un passo importante verso rivelando i percorsi sottostanti.

I ricercatori hanno trovato un'interazione chiave fra BRCA1 e un'altra proteina chiamata RHAMM (codificata dal gene HMMR). Queste due proteine ​​agiscono su un meccanismo molecolare precedentemente sconosciuto che regola la polarità delle cellule epiteliali. I ricercatori hanno dimostrato che BRCA1 e controllare RHAMM il normale sviluppo delle cellule epiteliali del seno. Se uno o entrambi questi geni hanno mutazioni, allora l'architettura normale sviluppo delle cellule mammarie è alterata in modi che aumentano il rischio di un tipo di tumore specifica presente.

"Portatori della mutazione BRCA1 sono ad alto rischio per il cancro al seno", ha detto Pujana, "ma queste mutazioni presentano penetranza variabile, che può essere in parte spiegato da altri fattori genetici, come la variante individuata in HMMR." Una variante genetica comune HMMR aumenta leggermente (di circa 1,1 volte) il rischio di cancro al seno nelle donne con mutazioni BRCA1. "Perciò, di per sé, questa variante non giustifica un'analisi genetica", spiega Pujana.




Ma, come dimostrato da un altro CIMBA (Consorzio di investigatori di modificatori di BRCA1 e BRCA2) gli investigatori, se altre mutazioni si aggiungono che anche modificare leggermente il rischio - e una ventina sono noti ora - allora "può variare notevolmente il rischio di sviluppare il cancro al seno in queste donne. A seconda della combinazione di varianti genetiche di modifica che sono ereditate, il rischio di sviluppare il cancro può essere aumentata o diminuita. "I ricercatori hanno inizialmente scoperto l'effetto di HMMR dall'analisi genetica delle famiglie colpite. Poi sono andati ad analizzare il ruolo di questi geni in cellule del seno e dei loro effetti se mutato o funzionalmente turbato. Essi hanno scoperto che RHAMM e BRCA1 interagiscono con proteine ​​note per controllare gli aspetti chiave della polarità cellulare e il ciclo di divisione cellulare, forse spiegando perché alcuni tipi di tumore al seno hanno caratteristiche caratteristiche morfologia cellulare e proliferazione cellulare.

La ricerca di queste varianti genetiche è diretto verso lo sviluppo di modelli genetici più accurati che possono predire il rischio di cancro nelle donne che trasportano mutazioni BRCA1 o BRCA2, e, quindi, per aiutarli ad adottare adeguate misure preventive. Varianti sono anche associati con diversi tipi di tumori, con importanti implicazioni per la prognosi del paziente.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha