Nuovo metodo di imaging mostra trattamento sia per il cancro alla prostata avanzato funziona

Giugno 21, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della University of Michigan Comprehensive Cancer Center hanno identificato una nuova tecnica di imaging in grado di misurare l'efficacia del trattamento per il cancro alla prostata che si è diffuso alle ossa. La tecnica comporta la misurazione diffusione dell'acqua all'interno del tumore.

. "Attualmente, non abbiamo modo di rilevare la risposta del tumore osseo alla terapia, anche con tutte le opzioni di imaging che abbiamo a disposizione La grandezza di questo problema è enorme - ben 500.000 persone negli Stati Uniti hanno mammario metastatico o il cancro alla prostata to the bone ", dice l'autore dello studio Brian D. Ross, Ph.D., professore di radiologia e di chimica biologica presso l'UM Medical School e co-direttore del Programma Imaging Molecolare presso l'UM Comprehensive Cancer Center.

I risultati dello studio, che è stato fatto nei topi, appaiono nel numero del 15 aprile di Cancer Research.




La tecnica di imaging, chiamato una mappa diffusione funzionale, utilizza una scansione risonanza magnetica e software speciale per rintracciare la diffusione, o movimento, di acqua attraverso le celle. Ricercatori mappati i cambiamenti nella diffusione nel corso del trattamento. Le cellule tumorali rallentano il movimento dell'acqua, così come quelle cellule muoiono, aumenta diffusione dell'acqua.

I ricercatori hanno studiato il cancro alla prostata metastatico nei topi; metà dei topi sono stati sottoposti a chemioterapia per trattare il cancro, che era nelle ossa, mentre i restanti topi serviti come gruppo di controllo non trattato. I ricercatori hanno eseguito una risonanza magnetica di tumori ossei per raccogliere i dati di diffusione. Una mappa di diffusione un'analisi funzionale trovato il topo che non ha ricevuto trattamento avuto poco o nessun cambiamento nella diffusione dell'acqua, mentre i topi trattati avevano progressivamente crescente cambiamenti nella mappa di diffusione funzionale durante le tre settimane di trattamento. I ricercatori hanno potuto identificare una variazione statisticamente significativa a diffusione già sette giorni dopo il trattamento è iniziato.

Alla fine dello studio, i ricercatori hanno rimosso i tumori e trovarono mappa diffusione funzionale predetto risposta tumori 'al trattamento. Tumori o porzioni di un tumore che si presentavano, non cambiare sulla mappa diffusione funzionale non avevano risposto al trattamento. Allo stesso tempo, la mappa previsto con precisione che cellule erano sensibili alla chemioterapia.

"La mappa di diffusione funzionale potrebbe servire come un biomarcatore precoce che indica che un tumore risponde al trattamento. Ciò potrebbe permettere ai pazienti di passare ad una terapia alternativa senza perdere tempo su un trattamento che non funziona", dice l'autore dello studio Kenneth Pienta, MD, professore di medicina interna e di urologia e direttore del Programma di Oncologia Urologica presso l'UM Comprehensive Cancer Center.

L'American Cancer Society stima 218.890 uomini saranno con diagnosi di cancro alla prostata di quest'anno e 27.050 moriranno dalla malattia.

Ross ei suoi colleghi hanno già studiato la mappa di diffusione funzionale nelle persone con tumori cerebrali e hanno trovato il test in grado di identificare, dopo solo tre settimane di trattamento - più di due mesi prima rispetto ai test tradizionali - quali pazienti rispondono alla chemioterapia o radiazioni.

Oltre a Ross, autori dello studio erano Kuei Lee, Ph.D., borsista postdottorato; Sudha Sud, socio di ricerca; Charles Meyer, Ph.D., professore di radiologia; Bradford Moffat, Ph.D., assistente professore di radiologia; Thomas Chenevert, Ph.D., professore di radiologia; Alnawaz Rehemtulla, Ph.D., professore di oncologia di radiazione e di scienze della salute ambientale; e Kenneth Pienta, MD, professore di urologia e medicina interna.

Finanziamento per lo studio è stato dal National Institutes of Health.

Riferimento: Cancer Research, vol. 67, No. 8, 15 Aprile 2007

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha