Nuovo modo di conoscere - e potenzialmente block - tratti in agenti patogeni dannosi

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questo nuovo metodo usa sostanze chimiche per creare batteri mutanti, seguiti da sequenziamento genomico per identificare tutte le mutazioni. Cercando i geni comuni che sono stati mutati in Chlamydia condivisione di un particolare tratto, i ricercatori sono stati in grado di rapidamente "zero" sui geni responsabili di quel tratto.

L'approccio è versatile e abbastanza economico che potrebbe essere applicato per studiare una serie di microorganismi, ha dichiarato Raphael Valdivia, PhD, professore associato di genetica molecolare e microbiologia alla Duke.




"Siamo stati in grado di conoscere i geni che permettono Chlamydia a fiorire nei loro ospiti, senza la tradizionale, lungo processo di addomesticamento del patogeno di accettare DNA ricombinante", ha detto Valdivia.

"Il nostro approccio si sposa tecniche di microbiologia classiche con le tecnologie secolo genoma-sequenziamento del 21 °. Se si verifica un nuovo microorganismo pericoloso e vuole determinare quali geni sono importanti, penso che questo rappresenti un modo efficace per imparare tutto il possibile, il più velocemente possibile. "

Uno degli obiettivi di studiare patogeni microbici che danneggiano gli esseri umani e gli animali è quello di individuare e distruggere i geni necessari per l'infezione, Valdivia ha detto.

Il microbo in questo studio, Chlamydia, è di solito trasmessa sessualmente, si nasconde nelle cellule umane, ed è un tipo di batterio che deve causare malattie per essere trasmesso da un host all'altro. Chlamydia è il principale infezioni a trasmissione sessuale e un fattore di rischio per la malattia infiammatoria pelvica e la sterilità.

Prima di questo lavoro, la funzione di molti geni Chlamydia doveva essere dedotto dalla loro somiglianza con geni di altri batteri. "Isolando mutanti che non crescono bene all'interno delle cellule e di individuare le mutazioni alla base, possiamo imparare molto su come questi geni contribuiscono alla malattia", ha detto Valdivia. "Queste sono le attività che vorremmo bloccare."

"Per noi, questo accelera notevolmente l'analisi di Chlamydia e, soprattutto, dovrebbe essere applicabile a molti altri microbi che sono stati difficili manipolare con approcci DNA ricombinante", ha detto.

Valdivia ha suggerito che i microbi anche connessi con la nostra flora intestinale normale, che sono notoriamente difficili da manipolare, sono ora aperte all'esplorazione in modo che possiamo imparare come i loro geni influenzano la salute umana, tra cui disturbi alimentari e malattie infiammatorie intestinali.

Il lavoro è stato pubblicato il 9 gennaio nella prima edizione del Proceedings of National Academy of Sciences.

Valdivia ha anche detto che la nuova tecnica potrebbe contribuire a creare vaccini Clamidia che hanno una combinazione di mutazioni che influenzano la virulenza del patogeno. "In questo modo siamo in grado di mettere in ginocchio alcuni aspetti della capacità del batterio di prosperare intatto in un host, pur consentendo il batterio di replicare abbastanza per innescare il sistema im mune contro di essa."

L'autore era Bidong D. Nguyen del Dipartimento duca di Genetica Molecolare e Microbiologia.

Questo lavoro è stato sostenuto da fondi provenienti da progetti pilota Consiglio Science premio del Cancelliere dalla Duke University e fondi del NIH.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha