Nuovo modo di duplicare le cellule immunitarie aumentando a livelli senza precedenti

Aprile 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'università di Minnesota Medical School hanno scoperto un metodo per crescere rapidamente e in modo esponenziale cellule T regolatorie - ". Cellule suppressor" noto anche come Il nuovo processo permette la replicazione delle cellule da decine di milioni di diverse settimane, un drammatico incremento rispetto ai metodi precedenti duplicazione. Storicamente, cellule T regolatorie sono stati difficili da replicare.

La nuova tecnica darà ai pazienti una migliore possibilità di avere un midollo osseo o trapianto di organi di successo, e avrà profonde implicazioni per i pazienti con malattie autoimmuni, come il lupus, diabete di tipo 1, morbo di Crohn e la sclerosi multipla.

L'utilizzo della nuova tecnica di replica è già dimostrato effetti promettenti nel trattamento della malattia acuta graft-versus-host; una condizione post-trapianto in cui T-cellule dal midollo osseo del donatore riconosce il corpo di un destinatario come straniero, e cerca di attaccare.




"Quando cellule T regolatorie non rispondono ad infiammazione abbastanza velocemente per sopprimere una risposta del sistema immunitario, la propria risposta immunitaria del paziente può fare danni considerevoli dopo un trapianto, ferendo organi, articolazioni e altri tessuti del corpo", ha detto il dottor Bruce Blazar, autore senior dello studio e direttore del Science Institute clinica e traslazionale in U di M.

Ad aggravare la sfida è che gli esseri umani hanno una quantità limitata di cellule T regolatorie, Blazar detto. Quindi, anche se le cellule del sistema immunitario di rispondere in modo appropriato, non ci può essere cellule suppressor abbastanza per fermare le reazioni erranti in tempo prima che la risposta immunitaria provoca danni ai tessuti diffusa.

I ricercatori ritengono che attraverso lo sviluppo di un modo per replicare le cellule - che sono state storicamente difficili da convincere in alti tassi di duplicazione - potrebbero aumentare i tassi di successo di trapianto.

Tra il 30-40 per cento di tutti i pazienti midollo osseo trapianto correlata esperienza malattia graft-versus-host, e tra 10-30 per cento dei trapianti di rene e del 60-80 per cento dei pazienti sottoposti a trapianto di fegato sperimentare rigetto acuto, secondo il National Institutes of Health.

A proposito del nuovo metodo

Il team di immunologia, guidato da Blazar, ha sviluppato un metodo per estrarre cellule T regolatorie dal sangue e, successivamente, fornire la giusta combinazione di segnali per rendere le cellule replicano fino a 50 milioni di volte. Metodi precedenti per duplicare queste cellule portato all'espansione solo 70 volte al meglio.

I risultati sono pubblicati nel numero di maggio 18 del Science Translational Medicine.

"La capacità di fornire tali grandi quantità di queste cellule di pazienti prima di essere sottoposti a trapianto riduce notevolmente le probabilità di malattia del trapianto contro ospite e il rigetto di un organo trapiantato", ha detto Blazar.

In modelli animali e in studi clinici umani (dove piccole dosi di cellule T regolatrici sono stati somministrati ai pazienti), l'ipotesi di Blazar venuto a buon fine: Animali e pazienti sono diventati meno probabilità di sviluppare gravi reazioni immunitarie che hanno causato danni ai tessuti.

Il prossimo passo nel lavoro di Blazar è fase 1 di sperimentazione clinica umana guidata dalla U di M Dr. John Wagner, un ricercatore di fama mondiale che è stato un leader nel settore del sangue e midollo trapianto. Wagner in programma di guidare una squadra di medici che amministreranno dosi crescenti di cellule T regolatorie prima trapianti di midollo osseo con nuovo metodo di espansione di Blazar.

"Questo è davvero emozionante e una grande, importante passo avanti con profonde implicazioni per il trattamento dei nostri pazienti", ha detto Wagner. "Se siamo in grado di caricare eccellente sistema immunitario dei pazienti prima di noi un trapianto, speriamo di eliminare la possibilità di malattia graft-versus-host o il rigetto dell'organo trapiantato. Inoltre, speriamo di andare avanti rapidamente queste prove per il trattamento di malattie autoimmuni che colpiscono centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo. "

Accanto Drs. Blazar e Wagner, U of M assistente professore Dr. Keli Hippen, l'investigatore principale dello studio, hanno spinto questa nuova tecnologia in avanti.

Collaboratori della University of Pennsylvania a condizione che le linee di cellule chiave che hanno reso possibile la ricerca. Scienziati Penn progettati artificiali cellule presentanti l'antigene (aAPCs), che massicciamente ampliato cellule T regolatorie. Il processo attraverso il quale sono stati replicati potrebbe essere utilizzato per generare una banca di cellule che potrebbe essere utilizzato per trattare un gran numero di pazienti, rendendo la terapia molto più fattibile e conveniente.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health, la Leukemia and Lymphoma Society e Cancer Research Fund dei bambini '.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha