Nuovo modo di espandere screening dei tumori per le donne appartenenti a minoranze

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pazienti di minoranza sono diminuite significativamente la sopravvivenza da cancro al colon rispetto ai pazienti di razza bianca, il più delle volte a causa di una diagnosi tardiva. Per aiutare a risolvere questo problema, un team di professionisti del settore sanitario al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center ha identificato un modo efficace per aumentare l'accesso minoranza salvavita screening del cancro del colon-retto (CRC) in comunità dove esistono più ostacoli alla cura preventiva. Nel numero di novembre 8 della rivista Cancer, il gruppo segnala come sono state introdotte le donne che vivono in Harlem per CRCS durante la mammografia di routine.

"Abbiamo ipotizzato che i centri di mammografia, simile a quello in cui questo studio ha avuto luogo, offrono un'occasione unica per introdurre il concetto di screening del cancro del colon, perché le donne in fase di sperimentazione sono probabilmente già familiarità con il concetto di screening dei tumori", ha spiegato Moshe Shike, MD, un medico curante al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center e autore principale dello studio. "Purtroppo, le minoranze di questa comunità hanno spesso una diagnosi tardiva e successiva prognosi sfavorevole da cancro del colon, perché non sono in grado di - per un motivo o un altro - l'accesso alle cure preventive di routine di cui hanno bisogno, tuttavia, le donne delle minoranze, tra cui molti di vita. in Harlem, stanno approfittando di screening mammografico a seguito di sensibilizzazione e di educazione sforzi in corso. "

In Harlem, comunità a nord di Manhattan, il tasso di sopravvivenza per il cancro del colon-retto - seconda causa della nazione di mortalità per cancro - è basso. La ricerca ha identificato diversi fattori che contribuiscono al ritardo di diagnosi e la mancanza di uno screening in questa comunità, tra cui poca o nessuna assicurazione medica, le barriere linguistiche, la diffidenza della comunità medica in generale, e sotto-rappresentanza nel sistema sanitario. Ma, come la riforma sanitaria si muove in avanti, e una maggiore enfasi è posta sulla cura preventiva, le comunità in tutto il paese avrà bisogno di trovare il modo per facilitare il processo di screening, così come trovare il modo di finanziarlo, osserva il dottor Shike.




Studio delle squadre ha avuto luogo presso la Breast Esame Center of Harlem (BECH) - un programma di sensibilizzazione della comunità di Memorial Sloan-Kettering, che offre gratuitamente, assistenza di alta qualità, tra cui il cancro al seno e al collo dell'utero di screening per le donne soprattutto afro-americani e ispanici . Le donne di età compresa tra 50 anni o più anziani che non avevano subito lo screening del cancro del colon negli ultimi dieci anni sono stati ammessi a partecipare. (Ammissibilità si basava anche su pazienti che non hanno malattie gravi come malattie cardiache o polmonari o diabete non controllato.) Dopo la mammografia dei pazienti, donne eleggibili incontrato con personale bilingue per conoscere il processo di screening e valutare se fossero ammessi a sottoporsi a colonscopia. Questo processo, il dottor Shike sottolineato, può essere efficace e ridurre i costi, perché le donne possono essere indirizzati, medico proiettati, e preparato senza dover ottenere un rinvio da un altro medico.

"Abbiamo ripercorso le falde di un, preesistente modello di programma di screening già successo e dimostrato che con l'introduzione di screening del cancro del colon in questo momento, siamo stati in grado di facilitare il processo e ampliare l'accesso", ha spiegato il dottor Shike. "Questo è importante perché molte donne provenienti da servizi come BECH avere poca o nessuna assicurazione sanitaria, e molti non vedere un medico di base regolarmente. Siamo stati in grado di rimuovere l'onere di dover ottenere un rinvio, che in molti casi porta a i pazienti non ottenere la proiezione di cui hanno bisogno ".

Di 2.616 donne eleggibili, 611 pazienti inizialmente hanno dato il loro consenso. Anche se meno del 25 per cento degli aventi diritto si è unito lo studio, i ricercatori sottolineano che la mancanza di coinvolgimento non è stato per mancanza di interesse. "Solo una piccola percentuale ha citato la mancanza di interesse per il calo di screening", ha osservato il dottor Shike. "Una volta che i pazienti eleggibili erano seduti faccia a faccia con un operatore sanitario, la maggior parte delle donne sono stati impegnati nella discussione."

"I nostri risultati colonscopia in questo studio sono simili a quelle della popolazione generale, in modo da offrire lo screening del cancro del colon a abbienti, donne appartenenti a minoranze, al momento della mammografia senza rinvio di un medico, è un modo efficace per ampliare lo screening", ha detto il dottor Shike , il quale rileva che le alternative per l'assicurazione medica tradizionale continuano ad essere un ostacolo per l'accesso per i non assicurati.

Questo studio è stato sostenuto dal National Cancer Institute e l'American Cancer Society.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha