Nuovo modo di indirizzare - e uccidere - tumori proliferanti

Giugno 3, 2015 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati, guidati da David A. Cheresh, PhD, professore di patologia e direttore associato per la ricerca traslazionale presso il Moores Cancer Center, utilizzate un prodotto chimico innovativo ed approccio biologico per progettare una nuova classe di farmaci che arresti la divisione in quasi tutte le cellule tumorali di legandosi e alterare la struttura di un enzima chiamato RAF.

RAF è stata a lungo-studiato, ma il suo ruolo nella divisione cellulare - fondamentale per la proliferazione cellulare e la crescita del tumore - è stata una sorpresa. "Progettando una nuova classe di farmaci che cambia la forma della RAF, siamo stati in grado di rivelare questo ruolo precedentemente sconosciuto per RAF in una vasta gamma di tumori altamente proliferative,", ha detto Cheresh.




Farmaci antitumorali attuali che hanno come target gli enzimi come RAF sono generalmente progettati per interagire con il sito attivo dell'enzima. Purtroppo, questi farmaci spesso mancano di specificità, Cheresh detto. "Hanno colpito molti obiettivi differenti, nel senso che possono produrre effetti collaterali indesiderati e indurre tossicità dose-limitante." Più di una preoccupazione è che le cellule tumorali spesso sviluppano resistenza a questa classe di farmaci rendendoli inattivi contro il cancro.

Cheresh e colleghi perseguiti sviluppo di una nuova classe di inibitori RAF che si lega al sito attivo dell'enzima e così evitare le limitazioni delle attuali farmaci. Invece, questa nuova classe, chiamati inibitori allosterici, cambia la forma dell'enzima bersaglio e così facendo, rende inattiva. Il farmaco specifico test, noto come KG5, individua RAF in cellule proliferanti, ma ignora le cellule normali o riposo. Nelle cellule tumorali colpite, RAF è in grado di associare l'apparato mitotico per dirigere la divisione cellulare, con conseguente arresto del ciclo cellulare che porta alla apoptosi o morte cellulare programmata. KG5 in modo simile interferisce efficacemente con proliferazione dei vasi sanguigni, un processo chiamato angiogenesi.

"E 'una scoperta singolare, quello che sfida davvero il dogma corrente", ha detto Cheresh. "Prima di questo farmaco è stato progettato, non avevamo idea di RAF potrebbe promuovere la progressione del ciclo delle cellule tumorali. Questo può essere solo un esempio di come, per la progettazione di farmaci che evitano il sito attivo di un enzima, possiamo identificare modi nuovi e inaspettati di perturbare il la crescita dei tumori. In sostanza, stiamo attaccando un enzima importante in un modo completamente nuovo e scoprendo così nuove cose questo enzima si intendeva per ".

KG5 prodotto risultati simili nei test su linee cellulari di cancro, in modelli animali e in biopsie di tessuto da pazienti affetti da cancro umano. Il gruppo di ricerca da allora ha sviluppato varianti di KG5 che sono 100 volte più potente del farmaco originale. Sperano uno di questi più potenti composti presto entrare studi clinici a Moores Cancer Center.

I nuovi composti RAF mirati sono stati sviluppati da AMITECH terapeutiche Solutions, Inc una start-up di San Diego.

Dello studio, tutte provenienti dai dipartimenti di patologia o Radioterapia Oncologica presso la UC San Diego Moores Cancer Center-autori Co, sono Ainhoa ​​Mielgo, Laetitia Seguin, Miller Huang, Fernanda Camargo, Sudarshan Anand, Aleksandra Franovic, Sara M. Weis, Sunil Advani e Eric Murphy.

Il finanziamento per questa ricerca è venuto dal National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha